PROVINCIA DI ANCONA
 
AVVISO PUBBLICO PER L'APERTURA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO NEL TERRITORIO PROVINCIALE
 
 
IL DIRIGENTE VI SETTORE
 
 
Vista la Legge Regionale 24/06/97 n. 41 - Disciplina delle attività di organizzazione ed intermediazione di viaggi e turismo;
Vista la deliberazione di Giunta Regionale n. 3200 del 9/12/97, pubblicata sul B.U.R. n. 07 del 23/01/98 ad oggetto: "Definizione dei criteri per il rilascio della autorizzazioni per l'esercizio dell'attività di agenzia di viaggi e turismo. L.R. 14/7/97 n. 41 art. 28 comma 3";
In esecuzione alla determinazione dirigenziale VI settore n. 06 del 27/01/1999 di approvazione del presente bando
 
RENDE NOTO
 
 
Art. 1
OGGETTO
E' indetto avviso pubblico per la presentazione delle domande per il rilascio dell'autorizzazione all'esercizio di agenzia di viaggio e turismo di cui all'art. 3 comma 2 lett. a) della L.R. 24/06/98, n. 41 con le modalità previste dall'art. 28 comma 3 della medesima legge, nonché per la presentazione delle domande di trasferimento di sede in altro comune della provincia di agenzie già autorizzate e quindi in attività.
 
Art. 2
DETERMINAZIONE DELL'INCREMENTO DI AUTORIZZAZIONI CONCEDIBILI
L'Amministrazione Provinciale di Ancona, rispetto al numero delle agenzie di viaggio e turismo esistenti alla data del 31/12/96 ed in relazione all'anno 1999, dispone di n. 14 (quattordici) autorizzazioni concedibili.
 
Art. 3
DISLOCAZIONE TERRITORIALE - LIMITI
Nel limite di cui al precedente art. 2 potrà essere rilasciata una sola nuova autorizzazione per ogni comune della provincia al di sotto di n. 15000 abitanti, ove risulti attualmente disponibilità.
Per i comuni al di sopra di tale soglia potrà essere rilasciata una ulteriore autorizzazione ogni 15000 abitanti con un massimo di n. 5 nuove autorizzazioni (si fornisce in allegato prospetto della popolazione residente nei Comuni della provincia di Ancona - Fonte ISTAT, dati aggiornati al 31/12/97, nonché individuazione delle disponibilità per ciascun Comune).
 
Art. 4
DISLOCAZIONE TERRITORIALE - PRIORITÀ.
Sono considerate prioritarie le richieste di autorizzazione per l'apertura e l'esercizio dell'attività di agenzie di viaggio e turismo presentate per i comuni non costieri della provincia. Una quota pari al 30/% di 13 autorizzazioni concedibili, corrispondente pertanto a n. 4 (quattro), è comunque riservata ai comuni costieri, che sono i seguenti: Senigallia, Montemarciano, Falconara Marittima, Ancona, Sirolo, Numana.
Il rimanente 70%, pari a n. 9 (nove) autorizzazioni concedibili è destinato ai comuni non costieri (specificati nel prospetto allegato).
L'ulteriore quattordicesima autorizzazione, necessaria alla ricostituzione del numero di agenzie di viaggio esistenti al 31/12/96, è assegnata al Comune di Ancona.
Nel caso in cui una delle quote percentuali, come sopra ripartite, non vengano interamente soddisfatte dalle domande pervenute valide, il numero residuo di autorizzazioni concedibili andrà ad incrementare l'altra quota per cui le domande dovessero risultare in eccedenza.
A parità di condizioni, sono considerate inoltre prioritarie le richieste di autorizzazione per l'apertura di agenzie di viaggio e turismo inoltrate in riferimento a comuni sul cui territorio alla data del 31/12/96 non operavano agenzie di viaggio.
 
Art. 5
PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Termine e modalità di presentazione.
La domanda per il rilascio dell'autorizzazione all'esercizio dell'attività di agenzia di viaggio e turismo, redatta in carta legale, con firma autenticata o apposta in presenza del dipendente addetto al ricevimento c/o l'Ufficio Turismo (in alternativa può essere allegata copia fotostatica di un documento di identità) a pena di esclusione, secondo lo schema allegato al presente avviso, e indirizzata al Presidente della Provincia di Ancona, Corso Stamira n. 60, 60100 Ancona, dovrà pervenire entro le ore 13 del quarantacinquesimo giorno dalla data della determinazione dirigenziale di approvazione del presente avviso e precisamente del giorno 12 marzo 1999.
La domanda potrà essere trasmessa tramite servizio postale, a mezzo raccomandata A.R., ovvero presentata direttamente presso questa Amministrazione durante l'orario d'ufficio.
Non saranno prese in considerazione le domande che, per qualsivoglia motivo, non saranno pervenute alla Provincia entro il termine suddetto, attestato mediante timbro datario apposto su di essa dal competente Ufficio Segreteria con eventuale apposizione dell'ora di arrivo. Per le domande trasmesse tramite servizio postale, farà fede la data del timbro postale accettante.
Le domande e la relativa documentazione dovranno pervenire in plico chiuso, completo delle generalità del mittente, del destinatario e con l'indicazione sulla busta della dicitura "Domanda per il rilascio dell'autorizzazione all'apertura di agenzia di viaggio e turismo".
 
Contenuto della domanda.
Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità ed a pena di esclusione:
  1. cognome, nome, luogo e data di nascita, residenza, domicilio (se diverso), recapito telefonico, cittadinanza, stato di famiglia e codice fiscale del titolare e, qualora si tratti di società la qualità di legale rappresentante della stessa, nonché la sede ed il codice fiscale o partita I.V.A.;
  2. il comune nel cui territorio si intende aprire l'agenzia;
  3. denominazione che si intende dare all'agenzia (almeno n. 3 opzioni in ordine di priorità);
  4. elencazione dettagliata delle singole attività che l'agenzia intende effettivamente esercitare con riferimento all' art. 4 della L.R. 24/06/97 n. 41; e) descrizione dettagliata delle attrezzature, impianti tecnici e della organizzazione previsti per lo svolgimento dell'attività precisando in particolare le strutture organizzative, il numero e le qualifiche degli eventuali dipendenti con contratto di lavoro subordinato previsti o già facenti parte della organizzazione;
  5. estremi dell'iscrizione del titolare, nonché direttore tecnico all'elenco regionale di cui all'art. 22 della L.R. 41/97;
  6. dichiarazione ai sensi dell'art. 4 Legge 15/68 che il titolare, che assume anche la direzione tecnica dell'agenzia, si impegna a prestare la propria attività nell'agenzia di viaggio e turismo con carattere di continuità ed esclusività;
oppure
complete generalità, dati anagrafici, cittadinanza e codice fiscale del proposto direttore tecnico, qualora diverso dal titolare, nonché estremi dell'iscrizione all'elenco regionale di cui sopra.
 
Allegati alla domanda.
I concorrenti dovranno allegare alla domanda la seguente documentazione a pena di esclusione:
  1. atto notorio o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa ai sensi dell'art. 4 della L. 4/1/68 n. 15 e successive modificazioni dal proposto direttore tecnico, qualora diverso dal titolare, contenente l'impegno a prestare la propria attività nell'agenzia di viaggio, di cui si è richiesta l'apertura, con carattere di continuità ed esclusività;
  2. qualora il richiedente sia una società, copia autentica dell'atto costitutivo e statuto della società e comunque degli atti dai quali risultino il capitale sociale, l'elenco nominativo dei componenti il Consiglio di Amministrazione, i dirigenti provvisti di procura, finalità e scopi sociali della società comprendenti le attività turistiche, ed inoltre estremi di iscrizione alla Camera di Commercio;
  3. relazione tecnico-illustrativa delle caratteristiche strutturali, attrezzature e della organizzazione prevista per lo svolgimento dell'attività di agenzia.
 
Art. 6
GRADUATORIE DELLE DOMANDE
 
Nel caso pervenga un numero di domande superiore alle autorizzazioni concedibili, saranno formulate apposite graduatorie, distinte in riferimento ai comuni costieri ed a quelli non costieri interessati. Tale graduatoria terrà conto della somma dei punteggi assegnati qualora ricorrano una o più delle condizioni di priorità di seguito determinate:
 
a) agenzie di viaggio e turismo che intendono attivare le procedure per la certificazione del sistema di qualità secondo le norme UNI ISO 9004-2 - punti 6
 
b) titolarità dell'agenzia in capo a società con capitale pubblico e privato - punti 5
 
c) titolarità dell'agenzia rientrante nella forma associata e/o societaria - punti 4
 
d) dotazione del numero complessivo del personale dipendente:
- fino a n. 2 dipendenti (compreso il direttore tecnico se dipendente ) - punti 1
- da 3 a 5 dipendenti (compreso il direttore tecnico se dipendente) - punti 2
- oltre i n. 5 dipendenti (compreso i1 direttore tecnico se dipendente)   - punti 3
 
e) dotazione nei locali dell'agenzia di tecnologie informatiche e telematiche avanzate;
- computer, telex, telefax - punti 0,50
- Internet  - punti 1
- allacciamento sistemi di prenotazione elettronica (C.R.S.) - punti 2
  
f) direzione tecnica dell'agenzia in capo al titolare o socio, se trattasi di forma associata e/o societaria - punti 1
 
Art. 7
ASSEGNAZIONE DELLE AUTORIZZAZIONI CONCEDIBILI
Una volta stilate le graduatorie che distingueranno le domande pervenute valide a seconda che richiedano l'apertura per i comuni costieri e per quelli non costieri, si procederà all'individuazione dei soggetti destinatari delle complessive 14 autorizzazioni.
Nel caso di graduatorie che sulla base dei criteri di cui al precedente art. 6, stabiliscano l'assegnazione di punteggi che creino situazioni di pari merito, si procederà al sorteggio pubblico. Successivamente all'approvazione delle graduatorie la Provincia provvederà al rilascio delle autorizzazioni all'esercizio dell'attività di agenzia di viaggio e turismo con le modalità previste dalla L.R. 41/97.
 
Art. 8
VERIFICA DELLE CONDIZIONI DICHIARATE AI FINI DELLA VALUTAZIONE
La provincia verificherà attraverso l'acquisizione di documenti aventi validità giuridica, nonché previo accertamenti e sopralluoghi, il rispetto delle condizioni che hanno consentito la valutazione ai fini della graduatoria di assegnazione nei seguenti termini temporali:
a) entro due mesi dall'avvenuta apertura dell'agenzia di viaggi e turismo per la verifica delle condizioni di cui alle lett. b), c), e) ed f) dell'art. 6;
b) entro sei mesi dall'avvenuta apertura dell'agenzia di viaggi e turismo per la verifica delle condizioni di cui alle lett. a) e d) art. 6. In particolare il controllo riferito alla lett. a) avverrà sullo stato di avanzamento delle procedure tramite dichiarazione del consulente.
Nel caso di mancato riscontro rispetto alle condizioni dichiarate nella domanda, la Provincia disporrà la revoca dell'autorizzazione.
E' facoltà della Provincia, nei casi ritenuti sanabili e per giustificati motivi, procedere alla preventiva diffida nei confronti delle agenzie inadempienti che dovranno, in ogni caso, provvedere in merito entro un termine massimo di diffida di sessanta giorni pena la revoca dell'autorizzazione.
Nel caso di revoca dell'autorizzazione la Provincia assegna una nuova autorizzazione al primo richiedente della graduatoria risultato escluso.
 
Art. 9
TRASFERIMENTO DI AGENZIE DI VIAGGIO GIA' OPERANTI
Le agenzie già autorizzate che intendono trasferire la propria sede in un altro comune della provincia di Ancona sono soggette ai criteri stabiliti nel presente avviso.
Le richieste di trasferimento saranno inserite nella medesima graduatoria di cui all'art. 6, senza incidere nel numero complessivo delle autorizzazioni concedibili su base provinciale.
Il trasferimento di agenzie nell'ambito del territorio dello stesso comune, fermo restando il rilascio dell'autorizzazione ai sensi dell''art. 5, comma 5 della L.R. 41/97 per la modifica delle condizioni e dei requisiti specificati nella originaria autorizzazione, non è soggetto ai criteri stabiliti dal presente avviso.
 
Ancona, 27 gennaio 1999
 
 
IL DIRIGENTE IV SETTORE
(Dott. Massimo Caresi)

Schema di domanda