Notizie storiche Ispettorato II.VV   

Comitato Locale Cri Jesi

 

Le prime scuole per Infermiere Volontarie della Croce Rossa sono state istituite in Inghilterra ad opera di Miss Florence Nigthingale (1820-1910), l'eroina dell'assistenza ai feriti sui campi di battaglia della Crimea. (1856)            Nel 1902, alla VII Conferenza internazionale della CRI, svoltasi a Pietroburgo, venne posta per la prima volta la questione delle Infermiere Volontarie appartenente all'organizzazione.

Il riflesso di tale svolta si ebbe ben presto anche in Italia dove vennero creati luoghi per l'istruzione teorica e la pratica infermieristica di alcuni soci CRI che, nel 1906, diedero vita a Milano, al primo Corso di formazione.

Simili iniziative si moltiplicarono fino a quando nel 1908, a Roma, con il Corso inaugurato da Sua Maestà, la Regina Elena, nacque ufficialmente il Corpo delle Infermiere Volontarie.

Nella nostra Regione nel 1909, ad Ancona, prese il via il primo Corso tenuto dal dottor Torquato Scocciante che si concluse l'anno dopo.

L'idea di approntare questi corsi anche ad Ancona era venuta al Prof Fibbj, già Direttore dell' Ospedale di guerra o da campo n 8 della CRI di questa città quando, in occasione del trasferimento dell'Ospedale anconetano a Napoli per soccorrere le popolazioni di Calabria e Sicilia, in seguito al grave terremoto del 28 Dicembre 1908, vide all'opera le Infermiere Volontarie provenienti dai grandi centri del Nord, rimanendo fortemente colpito dalla loro alta professionalità.

L'esperienza anconetana si ripeterà qualche anno dopo anche a Jesi dove la scuola delle Infermiere Volontarie verrà aperta nel 1914 dalle Marchese Cristina ed Erminia Honorati con lo scopo di servire il futuro Ospedale territoriale della CRI.

Il terremoto della Marsica del 1915 vide impegnato un gruppo di volontari provenienti da tutta Italia, ma fu soprattutto la grande mobilitazione della I Guerra Mondiale che poté contare su 4000 Infermiere Volontarie disposte ad offrire il proprio servizio negli Ospedali territoriali e da campo.

Nell'archivio storico della CRI di Jesi si hanno notizie relative alla Sorella Maddalena Martini nata a Filottrano nel 1880 che, in qualità di Crocerossina si distinse durante la Guerra 1915-18 per l'opera prestata presso gli Ospedali.

Partita per il fronte, meritò la Medaglia d'Argento "per l'assistenza prestata con slancio, generosità e coraggio sul campo di battaglia". Morì il 24 Luglio 1926 per una grave malattia contratta in un Ospedale militare.

Degli anni successivi alla I Guerra Mondiale, non si ha memoria negli archivi CRI; si conserva, invece, documentazione riguardante tre signore della nostra Città che conseguirono il Diploma di Infermiere Volontarie nel 1937 : Sorella Guglielmina Riccitelli, alla quale venne conferito nel 1990 il Diploma di benemerenza con Medaglia di I Classe, Sorella Maria Pia Fiacchino e Sorella Fibbj.

Per diversi anni, Jesi non ebbe più un Ispettorato delle Infermiere Volontarie, fino a quando non venne ricostituito nel 1989, dopo che due Sorelle della nostra Città non ebbero conseguito il Diploma di Infermiere Volontarie presso la CRI di Ancona.

In quella occasione ebbe l'incarico di Ispettrice, Sorella Marina Turchetti Cardinali, alla quale si è avvicendata Sorella Elena Mannucci, affiancata per oltre 10 anni da Sorella Liana Cerquetella Zega con incarico di Viceispettrice. Attalmente riveste l'Incarico di Ispettrice, Sorella Daria Franz Agostinelli, mentre Viceispettrice è Sorella Saveria Grazia Sanchioni.