LA PASQUELLA        6 GENNAIO

         CANTO  RITUALE  DI QUESTUA     pas.tif (294880 byte)

Ogni anno , il Comune di Montecarotto in collaborazione con la Pro Loco di Montecarotto ; il Gruppo di Ricerca e Canto Popolare La Macina ; la Regione Marche ; la Giunta Regionale- Assessorato alla Cultura; la Provincia di Ancona ; promuove la Rassegna Nazionale della PASQUELLA  .

La Pasquella, canto legato ai rituali di questua del solstizio d'inverno, ci lega a testimonianze vive di una cultura  popolare che è giusto recuperare nella sua interezza e nel suo reale significato.

La consuetudine di questo canto di questua nell'Anconetano, è in via di estinzione, mentre è ancora vivo nel nord della regione (in provincia di Pesaro), ed in alcune zoene dell'Umbria e della Romagna.

Il canto della Pasquella , viene portato da squadre di "cantori", casa per casa, come augurio di salute, di benessere e di abbondanza, in cambio di piccole offerte di denaro, cibo e vino, destinati al pranzo che conclude la festa.

Di solito viene cantato la vigilia di Capodanno (31 Dicembre) e dell'Epifania ( 5 Gennaio), da gruppi di questanti, nella classica formazione di Tre elementi: ORGANETTO, CEMBALO, "TIMPANI " (TRIANGOLO) e voci maschili. Unica eccezione nel fabrianese, dove gli strumenti accompagnatori sono il "violone", i violini, lafisarmonica o l'organetto. I canti di questua  sono eventi rituali strettamenti legati al ciclo della natura che nasce, muore e risorge e sintetizzano lo stesso ciclo vitale dell'uomo.I caratteri rituali di simili consuetudini sono evidenti: si tratta di forme di propiziazione legate a credenze pre-cristiane e ad antichi riti di fertilità.

Purtroppo,nella società odierna , questi riti antichi stanno scomparendo e con essi anche il ricordo delle tradizioni ; così per evitare che ciò avvenga ogni anno il Centro Tradizioni Popolari, in collaborazione con il Comune, la Pro-Loco di Montecarotto, il Gruppo di Ricerca e Canto Popolare La Macina e con l'alto patrocinio della Regione Marche e della Provincia di Ancona, chiama a raccolta ogni anno gli autentici portatori della tradizione provenienti da tutte le Marche e dalle regioni limitrofe, per riportare , alla maniera di  una volta, casa per casa, l'antico canto rituale della Pasquella dando contemporaneamente a questi informatori la possibilità concreta di poter trasmettere questa loro vitalità di cultura  alle nostre generazioni.pis 1.tif (1368070 byte)

Con questa manifestazione il C.T.P., con il patrocinio e la collaborazione dei comuni ospitanti completa  nell'arco dell'anno il totale recupero dei canti rituali di questua della cultura orale marchigiana.

Per informazioni tel. al COMUNE DI MONTECAROTTO - Tel.   (0731)89131-89440-89495

                       pis 2.tif (1535815 byte)