Avvisi e bandi

Avviso per l'accesso al fondo agevolazioni alle nuove imprese aventi sede prioritariamente nel centro storico e borghi storici bando anno 2016 per PMI aventi sede operativa nel Comune di Jesi

Avviso per l'accesso al fondo agevolazioni alle nuove imprese aventi sede prioritariamente nel centro storico e borghi storici bando anno 2016 per PMI aventi sede operativa nel Comune di Jesi

Data di Pubblicazione: 27-12-2016
Data di Scadenza: 28-02-2017 13:00
Ufficio Responsabile: Area servizi al cittadino ed alle imprese


IL DIRIGENTE

VISTA la deliberazione di Consiglio Comunale n. 119 del 28/07/2014 con la quale è stato approvato il “Regolamento Comunale per la disciplina degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese operanti nel Comune di Jesi”;

VISTA la deliberazione di Giunta Comunale n. 301 del 23.12.2016 dichiarata immediatamente eseguibile, con la quale sono state approvate le disposizioni di attuazione del regolamento degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese operanti nel Comune di Jesi per il bando anno 2016 di seguito riportate:
- gli incentivi e le agevolazioni sono destinati alle nuove imprese costituite e operative nel periodo dal 1° gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2016;
- per quanto attiene la ripartizione delle risorse disponibili si dispone che per il bando anno 2016 (triennio 2016- 2017-2018) il fondo per le agevolazioni alle imprese è pari ad € 30.250,00 e sarà destinata ai contributi per le imprese ubicate prioritariamente nel centro storico e nei borghi storici. Si precisa altresì che i contributi previsti in ragione di anno saranno frazionati in relazione alla data di apertura dell’impresa.  Per ciascun anno deve sussistere l’apertura entro mesi tre dalla fine dell’anno;
- per quanto attiene alla definizione di “artigiani operanti in laboratori” si precisa che si intende l’impresa artigiana con produzione di propri beni, ivi compreso l’artigianato artistico (con specifica iscrizione dell’artigiano nell’elenco regionale dell’artigianato artistico) e l’artigianato di produzione nel settore alimentare (pizzeria, rosticceria,pasta fresca, ecc.) con esclusione delle imprese rientranti nella definizione di artigianato di servizi ad eccezione delle imprese che svolgono attività di realizzazione di siti web;

VISTA la determina Dirigenziale n. 1621 del 23.12.2016 con la quale è stata autorizzata la pubblicazione del presente avviso.  

RENDE NOTO

Il Comune di Jesi, in coerenza con quanto previsto all'art.4 del proprio Statuto, e ai sensi di quanto previsto nel “Regolamento Comunale per la disciplina degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese operanti nel Comune di Jesi”e negli atti sopra citati, favorisce l'insediamento di nuove attività produttive e promuove il rilancio del settore imprenditoriale.

Gli strumenti operativi attraverso i quali conseguire gli obiettivi sopra indicati, sono costituiti da contributi.

1) Risorse disponibili
Le risorse disponibili per il bando anno 2016 per i contributi alle PMI aventi sede operativa nel Comune di Jesi ammontano ad € 7.250,00 per l’anno 2016, € 11.500,00 per l’anno 2017 ed € 11.500,00 per l’anno 2018 e vanno a costituire unicamente il fondo per le “agevolazioni per nuove imprese”;

2) Soggetti beneficiari:
Soggetti che costituiscano ed avviino, a far data dal 1° gennaio 2016 ed entro il 31 dicembre 2016, una nuova attività con sede operativa nel territorio comunale di Jesi e che possiedano le caratteristiche di cui all’art. 3 del regolamento degli incentivi, ovvero “nuove attività del commercio al dettaglio in sede fissa (esercizio di vicinato) dei settori sia alimentare che non alimentare, compresa la somministrazione di alimenti e bevande, e dell'artigianato operanti in laboratori per la produzione di beni in una propria sede fissa comunque soggetta a tassazione”. Per quanto attiene alla definizione di “artigiani operanti in laboratori” si precisa che si intende l’impresa artigiana con produzione di propri beni, ivi compreso l’artigianato artistico (con specifica iscrizione dell’artigiano nell’elenco regionale dell’artigianato artistico) e l’artigianato di produzione nel settore alimentare (pizzeria, rosticceria,pasta fresca, ecc.) con esclusione delle imprese rientranti nella definizione di artigianato di servizi ad eccezione delle imprese che svolgono attività di realizzazione di siti web. Le nuove imprese devono essere ubicate prioritariamente nel centro storico e nei borghi storici.
La forma giuridica delle imprese beneficiarie è limitata alle ditte individuali, alle società di persone e alle s.r.l.

3) Entità del contributo   
Le agevolazioni per le nuove imprese consistono nell'erogazione di un contributo in regime de minimis, “una tantum” per 3 anni, successivi all'inizio dell'attività (ivi compreso l’anno di avvio).
La quantificazione delle agevolazioni sarà determinata nella misura consentita dalle disponibilità previste dal bando anno 2016 e comunque per un importo complessivo che, nell'arco dei tre anni, non sia superiore a € 1.500,00 per singola impresa.

4) Modalità di presentazione della domanda di contributo
Le imprese di cui al precedente punto 1 possono accedere al contributo compilando esclusivamente il modello allegato al presente avviso pubblico disponibile sul sito del Comune www.comune.jesi.an.it
La domanda di ammissione debitamente compilata a cui va applicata la marca da bollo da € 16,00,  firmata dal legale rappresentante, dovrà essere inviata al Comune di Jesi, dalla data di pubblicazione del bando ed entro le ore 13 del  28 febbraio 2017, esclusivamente mediante posta elettronica certificata sottoscritte con firma digitale al seguente indirizzo PEC: protocollo.comune.jesi@legalmail.it;

5) Criteri per la formulazione della graduatoria e la concessione dei contributi
L'accesso ai contributi avviene con le modalità e secondo i criteri di cui al Regolamento Comunale per la disciplina degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese operanti nel Comune di Jesi e in conformità alle disposizioni di attuazione del regolamento degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese operanti nel comune di Jesi approvate dalla Giunta Comunale con deliberazione n.301 del  23.12.2016  ai quali si rinvia integralmente per quanto non riportato nel presente avviso.
Al fine della formulazione della graduatoria per l’accesso ai contributi in oggetto sono stati formulati i criteri per l’assegnazione dei punteggi per il “fondo agevolazioni alle imprese” che si riporta di seguito al punto a1):

a1)

CRITERI PER GRADUATORIA PER AGEVOLAZIONI NUOVE IMPRESE UBICATE PRIORITARIAMENTE NEL CENTRO STORICO E BORGHI STORICI

Criteri

Punteggio max 100

Localizzazione sede operativa impresa (sede fissa) nel centro storico e nei borghi storici

punti 60

Domanda presentata da donne, in caso di società, i soci donne devono essere in misura superiore al 50%

Punti 15

Domanda presentata da giovani fino a 35 anni, in caso di società il suddetto criterio anagrafico deve essere posseduto dai soci lavoratori che debbono essere più del 50% della compagine sociale, il requisito deve essere posseduto alla data di pubblicazione del bando

Punti 15

Domanda presentata da soggetti disoccupati da almeno 12 mesi alla data di apertura dell’attività, risultante dal registro dell’imprese. In caso di società almeno il 50% dei soci lavoratori deve trovarsi in tale condizione soggettiva

Punti 10

In caso di parità fra imprese poste in graduatoria nell’ultima posizione utile, sarà data priorità a quelle condotte dal soggetto anagraficamente più giovane- Tale criterio sarà adottato ad ogni modo in caso di parità di punteggio fra più imprese. In caso di società si terrà conto dell’età anagrafica del legale rappresentante


b) per quanto riguarda i soggetti destinatari delle agevolazioni relative al contributi rivolti alle imprese con sede prioritariamente nel “centro storico e borghi storici” si precisa che la forma giuridica delle imprese beneficiarie è limitata alle ditte individuali, alle società di persone e alle s.r.l.
c) per quanto attiene alla definizione di “artigiani operanti in laboratori” si precisa che si intende l’impresa artigiana con produzione di propri beni, ivi compreso l’artigianato artistico (con specifica iscrizione dell’artigiano nell’elenco regionale dell’artigianato artistico) e l’artigianato di produzione nel settore alimentare (pizzeria, rosticceria,pasta fresca, ecc.) con esclusione delle imprese rientranti nella definizione di artigianato di servizi ad eccezione delle imprese che svolgono attività di realizzazione di siti web. Le nuove imprese devono essere ubicate prioritariamente nel centro storico e nei borghi storici;
d) ai sensi dell’art. 5 del regolamento per gli incentivi alle imprese, le zone privilegiate ai fini della graduatoria per i contributi alle imprese sono quelle con sede operativa nel centro storico e nei borghi storici così come definiti dalla zona A del Piano Regolatore Generale e come meglio specificate nell’allegato elaborato grafico ed elenco di vie riportate agli atti dell’ufficio sviluppo economico;  
e) di precisare che i contributi previsti in ragione di anno saranno frazionati in relazione alla data di apertura dell’impresa. Per ciascun anno deve sussistere l’apertura entro mesi tre prima della fine dell’anno.

6) Procedura
Successivamente alla data di scadenza di presentazione delle istanze verrà nominata dal Dirigente apposita “commissione di valutazione” che predisporrà per ogni “fondo” la graduatoria delle imprese che hanno presentato istanza e che sono state dichiarate ammissibili.
I contributi verranno assegnati con la determina dirigenziale che approva la graduatoria entro il temine di giorni 90 dalla data di scadenza di presentazione delle domande di ammissione al contributo.
Le imprese saranno ammesse a finanziamento fino ad esaurimento delle risorse disponibili per il fondo annualità 2016 secondo l’ordine di posizione nella graduatoria di merito.
La graduatoria dei beneficiari sarà resa pubblica mediante pubblicazione all’albo pretorio on line e sul sito internet del Comune.
I contributi alle imprese per la prima annualità verranno liquidati entro il termine di 45 giorni dalla data di approvazione della determina. 

7) Disposizioni finali
Il Comune di Jesi si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio di modificare, il presente avviso pubblico, prima dell’assegnazione de contributo, qualora ne ravvedesse l’opportunità per ragioni di pubblico interesse, senza che per questo i soggetti proponenti i singoli progetti possano vantare dei diritti nei confronti del Comune di Jesi. 
La presentazione della domanda comporta l’accettazione di tutte le norme del presente avviso pubblico, del “Regolamento Comunale per la disciplina degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese operanti nel Comune di Jesi” e delle disposizioni di attuazione del regolamento degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese operanti nel comune di Jesi approvate dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 301 del 23.12.2016  ai quali si rinvia integralmente per quanto non riportato nel presente avviso.
Per quanto non previsto nel presente avviso e negli atti sopra citati si rinvia alla normativa vigente in materia di erogazione di contributi alle imprese.

Il Comune di Jesi si riserva inoltre di procedere, ex art. 71 del D.P.R. 445/2000, ai controlli delle dichiarazioni sostitutive presentate dai concorrenti. Qualora dai predetti controlli emergesse la non
veridicità del contenuto delle stesse, il dichiarante decadrà, a norma dell'art. 75 del D.P.R. 445/2000, dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento, emanato sulla base della dichiarazione non veritiera e si procederà alla conseguente denuncia penale.
Il presente avviso i modelli allegati sono reperibili sul sito internet del Comune di Jesi www.comune.jesi.an.it.

Ai sensi della legge n. 241/1990 e successive modificazioni, si informa che il responsabile del procedimento è la dr.ssa Matilde Sargenti.
Per informazioni è possibile rivolgersi alla sig.ra. Fabbi Daniela, e- mail: sportellounico@comune.jesi.an.it; tel. 0731538246.

Jesi, 27.12.2016

IL DIRIGENTE SERVIZIO ATTIVITA' PRODUTTIVE E SVILUPPO ECONOMICO
Dott. Mauro Torelli

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità