banners/foto_informacitta_2.jpg

Informa città

Informa città

Comunicati Stampa

Al via un corso per insegnati sui disturbi di attenzione degli alunni

Anche nelle scuole della nostra città - in linea con l'andamento nazionale - è in crescita il numero di bambini ed adolescenti con difficoltà di apprendimento o di comportamento. E non sempre gli insegnanti da un lato ed i genitori dall'altro hanno strumenti adeguati per individuare le difficoltà specifiche e gestire in modo efficace tali bambini. Eppure molto spesso è sufficiente una informazione corretta e la conoscenza di tecniche e strumenti specifici per superare tali difficoltà.

In questa ottica, promosso dall'Amministrazione comunale, ha preso il via ieri (mercoledì 4) un corso di formazione triennale per insegnanti di scuola materna, elementare e media inferiore sul "Disturbo da deficit di attenzione e iperattività e la sua gestione a scuola". Il corso - che vede la partecipazione di una trentina di insegnanti in rappresentanza di tre dei quattro Istituti comprensivi della città - si pone l'obiettivo di creare figure competenti all'interno della scuola per affrontare tale problematiche, trasformando i partecipanti stessi in un gruppo di riferimento per tutti gli insegnanti. Più in particolare, nel corso dei vari incontri (96 ore annue) si approfondirà la conoscenza del disturbo da deficit di attenzione e iperattività e di alteri disturbi del comportamento, la conoscenza e l'utilizzo degli strumenti per l'individuazione di tali difficoltà, l'acquisizione di tecniche comunicative e relazionali per un rapporto educativo maggiormente efficace e l'acquisizione delle modalità per costituire un gruppo di lavoro.

Due gli aspetti connessi a tali obiettivi: uno che riguarda l'acquisizione di saperi e di tecniche relative all'individuazione, allo studio e alla gestione delle difficoltà, l'altro che si occupa dell'aspetto relazionale.

Paolo Cingolani
Assessore servizi sociali ed educativi

Jesi, 4 dicembre 2002

 

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità