banners/foto_informacitta_2.jpg

Informa città

Informa città

Comunicati Stampa

Nessun potenziamento delle antenne in via Giani

Il Tar delle Marche ha respinto la richiesta di sospensiva presentata dalla Tim contro la decisione del Comune di Jesi che aveva negato la concessione edilizia per il potenziamento delle antenne di via Giani. Tale concessione era stata richiesta dal colosso delle telecomunicazioni per lavori di restyling e di aggiornamento della stazione radio di via Giani appunto, onde consentire l'ampliamento della rete. Il Servizio Urbanistica del Comune aveva emesso un provvedimento contrario, dal momento che il nuovo regolamento edilizio approvato dal Consiglio comunale vieta sia l'autorizzazione a lavori di manutenzione straordinaria alle antenne che comportino un aumento della potenza installata, sia la localizzazione di impianti ad una distanza inferiore di 200 metri dagli edifici scolastici.

Nel caso specifico, relativo alle antenne di via Giani, l'Ufficio Urbanistica aveva riscontrato sia la presenza di una scuola nel raggio dei 200 metri, sia il fatto che l'oggetto di richiesta era comunque assimilabile ad un intervento di ristrutturazione straordinaria con aumento di potenza. Di conseguenza la richiesta della Tim era palesemente in contrasto con quanto previsto dal regolamento approvato dal Consiglio comunale. Nella discussione dinanzi al Tar il Comune di Jesi è stato difeso dall'avvocato Rino Pirani di Ancona

L'Amministrazione comunale, nel frattempo, ha già attivato un processo di concertazione con la Regione Marche per arrivare, nell'arco di un triennio, alla delocalizzazione delle antenne Tim in un altro sito, sulla scorta di quanto previsto anche dalle nuove leggi regionale e nazionale. Tali leggi, che sono sulla stessa lunghezza d'onda dello stesso regolamento edilizio comunale, danno la possibilità proprio alla Regione di concordare con gli enti locali e le società di telecomunicazioni soluzioni che tengano conto delle rispettive esigenze.

L'Amministrazione comunale

Jesi, 15 gennaio 2002

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità