banners/foto_informacitta_2.jpg

Informa città

Informa città

Comunicati Stampa

Contributi per gli emigrati marchigiani

Il Comune di Jesi, per mezzo del Centro Servizi Sociali, favorisce il reinserimento degli emigrati marchigiani (per origine, discendenza fino al 3° grado, o residenza) e loro familiari o discendenti che rientrano definitivamente nelle Marche, mediante contributi per gli emigrati rimpatriati, in disagiate condizioni economiche, sia per le spese di viaggio di rientro e trasporto delle masserizie, sia per le spese di trasporto nel Comune di origine delle spoglie degli emigrati o dei loro familiari, ovvero per le spese di rientro nei paesi di emigrazione in caso di decesso in Italia. I suddetti contributi vengono concessi dalla Regione Marche, nella misura dell'80% delle spese ritenute ammissibili.

Per beneficiare del contributo il richiedente deve essere cittadino marchigiano per origine, discendenza fino al 3° grado, o residenza; aver maturato un periodo di residenza all'estero, per motivi di lavoro, non inferiore a tre anni; essere rimpatriato nelle Marche da non più di tre anni; avere una situazione, riferita all'anno di rimpatrio, disagiata ovvero con reddito annuo Isee (rapportata alla tipologia del nucleo familiare) non superiore a 7.230,40 euro (lire 14.000.000).

Le domande devono pervenire entro il 13 luglio 2002 all'Istituzione Centro Servizi Sociali di via Gramsci 95, corredata dalla certificazione della propria situazione economica da far redigere a cura di un Caaf convenzionato, nonché dalla documentazione originale delle spese sostenute per il rimpatrio.
La domanda dovrà essere compilata utilizzando i modelli disponibili presso il Centro Servizi Sociali o l'ufficio relazioni con il pubblico di piazza della Repubblica; i suddetti modelli sono reperibili anche sul sito della rete civica comunale www.comune.jesi.an.it o presso i Caaf convenzionati.

L'Amministrazione comunale

Jesi, 10 giugno 2002

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità