banners/foto_informacitta_2.jpg

Informa città

Informa città

Comunicati Stampa

Alla casa di riposo fatti grandi passi avanti

In merito alle dichiarazioni rese sulla stampa da alcuni consiglieri di Forza Italia sulle problematiche inerenti la casa di riposo, si ritiene doveroso puntualizzare quanto segue.

Il 1° ottobre scorso si è tenuta una riunione tra l'assessore ai servizi sociali Paolo Cingolani, il dott. Giorgio Vignetti consulente geriatra del Comune, i medici di base che accedono alla struttura, il presidente dell'Istituzione centro servizi sociali Rodolfo Bernardini e il dirigente comunale preposto Mauro Torelli.

Durante tale incontro il dott. Vignetti ha espresso tre necessità per la casa di riposo:
- provvedere con sollecitudine ad integrare con una mezza unità operativa in più l'assistenza, al fine di poter garantire al meglio carichi assistenziali accettabili durante i fine settimana, periodo in cui l'assistenza stessa è leggermente inferiore agli altri giorni;
- sviluppare l'attività di tipo motorio non solo verso gli ospiti per i quali la fisioterapia è erogata dalla Asl, ma a tutti gli anziani presenti che ne abbiano bisogno per prevenire processi involutivi;
- una maggiore disponibilità oraria dell'animatrice attualmente fissata in 4 ore giornaliere.

Tali esigenze sono state condivise dai medici presenti, compreso il dottor Sanchioni, consigliere di Forza Italia, il quale ha riconosciuto come la casa di riposo abbia sicuramente compiuto sostanziali e importanti passi in avanti negli adeguamenti strutturali in questi ultimi quattro anni, condividendo peraltro la necessità di rendere ora più accettabile il soggiorno.

E' stata altresì condivisa dai presenti la nuova riorganizzazione del modello gestionale del personale, con l'individuazione di referenti di piano già avvenuta, così da rafforzare ulteriormente un nuovo ritrovato protagonismo attivo da parte di tutti i dipendenti della casa di riposo.

Nel corso dell'incontro è stata evidenziata inoltre la necessità di procedere ad alcuni interventi strutturali di manutenzione anche straordinaria che, come sottolineato dall'assessore Cingolani, sono comunque già stati proposti da tempo dal consiglio di amministrazione dell'Istituzione e fatti propri dall'Amministrazione comunale che li ha inseriti nel piano di opere pubbliche con finanziamenti ad hoc.

Lo stesso assessore ha rassicurato i presenti sulla volontà di procedere in tempi rapidi al potenziamento del personale, all'ampliamento dell'attività di fisioterapia e dell'attività dell'animatrice. Quanto all'opportunità, manifestata dal portavoce dei parenti degli ospiti, di dotare la casa di riposo di apparecchiature sanitarie, lo stesso dottor Bravi se da un lato ha espresso l'utilità di alcune di esse come l'elettrocardiografo e gli aspiratori, dall'altro ha ammesso che per altre attrezzature specifiche, come il caso dell'eco-doppler, non vi è possibilità dal momento che l'utilizzo può essere effettuato esclusivamente da personale medico.

Fa piacere infine riscontrare il credito di fiducia che il portavoce dei partenti degli ospiti ha voluto dare all'Amministrazione comunale anche sulla scorta dei risultati ottenuti negli ultimi anni.


Paolo Cingolani
Assessore ai servizi sociali

Rodolfo Bernardini
Presidente Istituzione
Centro Servizi Sociali

Jesi, 5 ottobre 2002

 

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità