banners/foto_informacitta_2.jpg

Informa città

Informa città

Comunicati Stampa

Domenica a targhe alterne, appena sette le multe fatte

Controlli su oltre 81 veicoli

Sono state appena 7, su 81 veicoli fermati per controlli, le violazioni all'ordinanza sulle targhe alterne accertate domenica scorsa dalla polizia municipale. Nella stessa giornata le telefonate pervenute al numero verde e alla polizia municipale per ricevere informazioni su divieti e deroghe sono state complessivamente 46.
Si ricorda che le domeniche con targhe alterne proseguiranno per altre due giornate: il 2 e il 16 maggio quando a circolare dalle ore 9 alle ore 17 saranno solo i veicoli con targa pari. È totalmente interdetta invece la circolazione, indipendentemente dalla targa, ai veicoli pre euro, euro 1 ed euro 2 (praticamente quelle immatricolate prima del 1993 per i veicoli a benzina e prima del 2000 per alcuni modelli a gasolio). Sono altresì confermate le deroghe per varie tipologie di auto (ibride, a metano o gpl) e per determinate categorie di persone, meglio specificate nell’ordinanza consultabile al sito www.comune.jesi.an.it. È comunque consentita la circolazione per i veicoli anche di targa dispari purché con almeno tre persone a bordo. Lo Sportello Unico Servizi (info 800 580084) e la polizia municipale (0731 538234) restano a completa disposizione per fornire tutte le informazioni del caso.
Domenica 9 maggio non è stata inserita nell'ordinanza sulle targhe alterne per non ostacolare i cittadini interessati a partecipare al Palio di San Floriano. Per domenica 23 maggio, infine, è prevista una seconda giornata di blocco del traffico, sempre dalle ore 9 alle ore 17, con una ricca serie di iniziative organizzate da una pluralità di soggetti per vivere insieme la città senza l'assillo dell'auto. L'intero programma, che vede uniti Comune di Jesi e numerose associazioni ed enti, sarà presto illustrate con conferenza stampa, depliant e manifesti.
“Quello delle targhe alterne - ricorda l’Amministrazione comunale - non è certamente un provvedimento che può mettere un freno al fenomeno delle polveri sottili. È piuttosto uno stimolo verso i cittadini ad immaginare di poter passare le proprie domeniche senza la necessità di dover utilizzare l’auto. Un approccio propositivo e non repressivo”.

L'Amministrazione comunale

Jesi, 26 aprile 2010

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità