Turismo

Piazza Colocci (già piazza di San Luca)

La piazza ha svolto nei secoli passati un ruolo di primo piano quale spazio pubblico di potere civile del Libero Comune e, dal 1585 fino al 1860, del Governo Pontificio che trova sede nel Palazzo della Signoria e costringe la Magistratura Cittadina a trasferirsi in quello che ancora oggi è il municipio della città.
Sulla piazza, oltre alla possente mole del Palazzo della Signoria, si affacciano:
- l’antica residenza gentilizia dei Marchesi Colocci (sec. XIV rimaneggiato nei secc. XVI e XVIII);
- l’ex. chiesa e convento di Sant’Agostino (facciata dei primi decenni del sec. XVII). Il complesso, edificato dai Benedettini, viene occupato nel XV secolo dagli Agostiniani che apportano diverse ristrutturazioni. Dopo l’allontanamento dei frati nel 1861, la chiesa viene sconsacrata, il chiostro è adattato per ospitarvi piccole botteghe di orafi, mentre il convento viene suddiviso per ricavarne abitazioni. Oggi un passaggio pubblico collega piazza Colocci a piazza Spontini e si affaccia su quello che rimane del chiostro;
- il palazzo Bisaccioni, oggi sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi.

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità