Da vedere a Jesi

Chiesa di Santa Maria del Piano

Sorge in pianura (da cui il nome) nell’area compresa tra la collina con il centro storico di Jesi e il fiume Esino. La chiesa attuale è quanto rimane di un’abbazia benedettina, tra le più antiche e potenti della Vallesina. Secondo alcuni studiosi l’abbazia sarebbe sorta su un tempio dedicato a Minerva. Diversi scavi hanno individuato tre chiese succedutesi nel tempo: la prima nel periodo altomedievale, la seconda nel XII secolo e la terza nel secolo successivo. Purtroppo di tutti questi edifici non rimangono che pochi reperti, appena leggibili, a causa di profonde modifiche operate nella costruzione a partire del XVIII secolo. Recenti scavi hanno permesso di liberare le fondamenta dell'edificio originario (visibili) e di portare alla luce uno splendido sarcofago che rappresenta la più antica testimonianza di scultura cristiana nella Vallesina. Nel corso di alcuni lavori di restauro è anche emerso un frammento di affresco addossato al pilastro ottagonale del presbiterio, raffigurante una testa d’angelo riferibile al XII secolo.
E' in questa chiesa che il gran compositore Gaspare Spontini, nipote del parroco, impara le prime nozioni di musica.

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità