Tributi

Tassa sui rifiuti (TARI) - Anno 2018

Scadenza prima rata il 16 maggio 2018
Tassa rifiuti
Tassa rifiuti

La TARI, tassa sui rifiuti a carico dell'utilizzatore dell'immobile, è destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta, recupero e smaltimento dei rifiuti solidi urbani e assimilati.

La TARI è dovuta per il possesso o la detenzione di locali ed aree scoperte a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati, esistenti nelle zone del territorio comunale nel quale è applicato il Regolamento che disciplina il servizio di smaltimento dei rifiuti urbani.

Riduzioni
Per le utenze domestiche sono previste le seguenti riduzioni:

  • abitazioni con impianti funzionanti di compostaggio, con presentazione di idoneo documento comprovante l’acquisto o il rilascio gratuito dell’impianto stesso: riduzione del 15%;
  • abitazioni con presenza nel nucleo familiare di soggetto con invalidità civile al 100% o in situazione di handicap grave e permanente (art. 3, comma 3 L. 104/92): riduzione del 30%;
  • abitazioni con presenza nel nucleo familiare di uno o più bambini di età non superiore a tre anni, a fronte dell’acquisto di uno o più corredi di pannolini lavabili e riutilizzabili dell’importo mimino di 50,00 euro: riduzione del 15%.
    Il requisito dell’età non superiore a tre anni deve sussistere al momento dell’acquisto.
    La riduzione è concessa su presentazione di apposita richiesta, alla quale deve essere allegata la documentazione (scontrino “parlante” o fattura) indicante: i) la descrizione del bene acquistato; ii) l’importo pagato; iii) la data dell’acquisto; iv) l’identità del soggetto acquirente (che deve essere un componente del nucleo familiare beneficiario). La riduzione decorre dalla data dell’acquisto ed ha durata pari ad un anno.


Come pagare
L’Ufficio Tributi provvederà all’invio di appositi avvisi contenenti i modelli di pagamento F24 precompilati, sulla base del contenuto delle dichiarazioni presentate dai contribuenti. I suddetti modelli di pagamento sono altresì resi disponibili su richiesta, anche con modalità telematiche.

In ogni caso, è obbligo dei contribuenti attivarsi in caso di mancato recapito dei suddetti avvisi, al fine di poter comunque eseguire il versamento del tributo, come previsto per legge, alle scadenze prefissate.

La scadenza della prima rata è fissata al 16 Maggio 2018.
La scadenza della seconda rata è fissata al 16 Novembre 2018.

E' possibile versare l'intero importo annuo in un'unica soluzione entro il 18 giugno 2018 utilizzando entrambi i modelli F24 allegati all'avviso di pagamento inviato dal Comune.

Dichiarazione
Il soggetto passivo è tenuto a dichiarare il possesso o la detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo, a dichiarare eventuali variazioni nonché a richiedere riduzioni, esenzioni od agevolazioni entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello di riferimento.
La dichiarazione, redatta su modello messo a disposizione dal Comune, ha effetto anche per gli anni successivi sempreché non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo (es.: variazione e cessazione dell’utenza).

Per ulteriori informazioni relativamente all’applicazione del tributo è possibile consultare il regolamento.

Per informazioni:

Comune di Jesi - Servizio Tributi (TARSU/TARES/TARI)
Referente: Donzelli Alessandra
Sede: Piazza Ghislieri, 1 - Jesi
Telefono: 0731 538293 / 344/ 446 / 447
Fax: 0731 538444
Email: ufficio.tributi@comune.jesi.an.it
Orario di apertura:

dal lunedì al venerdì 8.30 - 13.00
giovedì anche il pomeriggio 15.00 - 18.00

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità