banners/foto_arte_cultura_1.jpg

Arte e cultura

Arte e cultura

Pinacoteca

Passeggiare lungo la Galleria degli Stucchi con il "Modulo Pianetti"

Una guida alternativa e interattiva
Modulo Pianetti
Modulo Pianetti

Chiunque entra a palazzo Pianetti per la prima volta e si affaccia lungo la galleria commenta, stupito, di non aver mai pensato di trovare nel pieno centro storico di Jesi un gioiello artistico del genere. Nel piano nobile di rappresentanza, la famiglia Pianetti, che nella metà del settecento aveva raggiunto un certo agio economico e ricopriva prestigiosi ruoli politici e sociali, pensò bene di far progettare, al cantiere architettonico incaricato, una Galleria per il suo nuovo palazzo.
Avere una galleria nella propria dimora significava affermare l'autorevole veste della famiglia ma anche offrire agli ospiti, e in un certo senso alla città, un luogo deputato all'arte e alla cultura. Passeggiare in galleria perciò non equivaleva ad un semplice momento di svago, ma ad una possibilità di arricchimento intellettuale.
Ancora oggi quando ci apprestiamo a percorrere la Galleria degli Stucchi di palazzo Pianetti non dovremmo mai dimenticarci di quella straordinaria offerta e dotarci degli strumenti adatti per leggere ed intendere al meglio i messaggi nascosti nella elaborata pianificazione delle immagini. L'ideazione e i testi di Simona Cardinali e Romina Quarchioni, abbinati alla preziosa consulenza di Mario Livieri e l'indispensabile e sapiente coordinamento di Loretta Mozzoni hanno portato alla nascita del "Modulo Pianetti", guida alternativa e interattiva della Galleria degli Stucchi.
Il "Modulo Pianetti" è dunque un'originale e funzionale strumento di lettura, concepito per tutti coloro che non si accontentano di subire semplicemente e incoscientemente il fascino della Galleria degli Stucchi, ma che vogliono addentrarsi e passeggiare con cognizione di causa per tutti i 70 metri circa del capolavoro architettonico di palazzo Pianetti.
I raffinati stucchi e le delicate pitture in stile rococò, si alternano e si combinano secondo una calcolata logica di rimandi e di simbologie che il “Modulo Pianetti” riesce ad individuare e svelare nel piacevole scorrere delle sue pagine.
La riproduzione fotografica delle immagini, sia in stucco che dipinte, unita ad un chiaro schema di lettura, permette al visitatore curioso di scoprire gli intelligenti e "capricciosi" abbinamenti legati ad un unico ed elaborato programma iconografico.
Il visitatore riuscirà così finalmente a compiere coscientemente, decifrando grazie al “Modulo Pianetti” stucchi e pitture, quello che già nella metà del settecento veniva considerato il viaggio (esistenziale) dell'uomo attraverso lo spazio e il tempo, ispirato da un continuo anelito di conoscenza.
Ma non solo. L'originale cartellina del Modulo, che racchiude la guida fotografica con i testi critici, propone al "cosciente visitatore" sia la mappa degli stucchi e delle pitture, permettendo un facile orientamento nello spazio che la riproduzione tridimensionale in piccola scala della galleria da conservare e riutilizzare nel tempo.
Tutti coloro che vogliono riscoprire la Galleria degli Stucchi e compiere un cosciente e intelligente passeggio lungo i suoi magnifici spazi, ora possono farlo con il "Modulo Pianetti". Il "Modulo Pianetti" sarà disponibile dal 30 dicembre alla Pinacoteca Civica di Jesi ...si raccomanda di leggere bene le istruzioni prima dell'uso!

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità