Avvisi e bandi

Bando di concorso pubblico per esami per la copertura di n. 3 posti di categoria D1 a tempo indeterminato e pieno con profilo professionale di "Istruttore direttivo di vigilanza" con riserva di n. 1 posto a personale interno presso il servizio di Polizia




Si fa presente che il termine perentorio per la presentazione della domanda di partecipazione è LUNEDI' 15 GIUGNO 2015, ai sensi dell'art. 3 del bando di concorso, essendo stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 15/05/2015.

 

Si raccomanda una accurata compilazione della domanda di partecipazione.
In particolare, si precisa che è necessario barrare le caselle relative ai requisiti posseduti.

 


IL DIRIGENTE

In esecuzione delle deliberazioni di Giunta comunale n. 303 del 17.10.2014, ad oggetto “Integrazione al piano del fabbisogno di personale anno 2014. Approvazione” e n. 42 del 10.03.2015, ad oggetto “Programmazione dei fabbisogni di personale del triennio 2014 – 2016: verifica degli effetti della legge di stabilità 2015, conferma delle priorità per la copertura dei posti con il budget 2014 e determinazione del budget destinabile alle procedure di mobilità del personale in esubero delle province”

RENDE NOTO

che è indetto un concorso pubblico, per esami, per la copertura di n. 3 posti di categoria “D1”, a tempo indeterminato e pieno, con profilo professionale di “Istruttore direttivo di vigilanza”, con riserva di n. 1 posto a personale interno, da assegnare al Servizio di Polizia Municipale.

Il Comune di Jesi garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento del lavoro, ai sensi delle vigenti leggi e del piano triennale delle azioni positive del Comune di Jesi per il periodo 2014-2016, approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 16.04.2014.

ART. 1
TRATTAMENTO ECONOMICO

Il trattamento economico annuo lordo attribuito a ciascun posto messo a concorso è quello previsto per la categoria “D”, posizione economica “D1” del vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto Regioni – Autonomie locali, pari ad € 21.948,24 annui lordi.
Competono, inoltre, la tredicesima mensilità e l'eventuale assegno per il nucleo familiare nonché gli ulteriori trattamenti retributivi previsti dai contratti collettivi nazionali di lavoro del comparto Regioni – Autonomie locali, ove spettanti.
Tutti gli emolumenti corrisposti sono soggetti alle ritenute fiscali, previdenziali e assistenziali nella misura fissata dalle disposizioni di legge.

ART. 2
REQUISITI PER L'AMMISSIONE AL CONCORSO

Per poter partecipare al concorso è richiesto il possesso, alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione, dei seguenti requisiti:
1. cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini dello Stato gli italiani non appartenenti alla Repubblica; tale requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti ad uno degli Stati membri dell'Unione europea, fatte salve le limitazioni di cui all'art. 38 del D. Lgs. n. 165/2001);
2. non aver riportato condanne penali né avere in corso procedimenti penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione di un rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
3. godimento dei diritti civili e politici;
4. non essere stati destinatari di validi ed efficaci atti risolutivi di precedenti rapporti di impiego pubblico comminati per insufficiente rendimento o per produzione di documenti falsi o per uso di mezzi fraudolenti;
5. idoneità fisica a ricoprire il posto, con facoltà, da parte dell'Amministrazione, di esperire appositi accertamenti con le modalità previste dalla normativa vigente: ai sensi dell'art. 3, comma 4 della Legge n. 68/1999 non possono partecipare i candidati in condizione di disabilità in quanto trattasi di servizi non amministrativi;
6. requisiti di legge per il conferimento della qualità di agente di pubblica sicurezza (art. 5, comma 2 legge n. 65/1986):
godimento dei diritti politici e civili;
non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo o non essere stato sottoposto a misure di prevenzione;
non essere stato espulso dalle forze armate o dai corpi militarmente organizzati e non essere stato destituito da uffici pubblici;
7. essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva per i concorrenti di sesso maschile nati entro il 31/12/1985. Per coloro che sono stati ammessi al servizio civile come obiettori: aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza avendo presentato domanda, presso l’ufficio nazionale per il servizio civile, così come previsto dall’art.636 del D. Lgs. n. 66/2010;
8. possesso della patente di guida cat. A e B;
9. titolo di studio: diploma di laurea in Giurisprudenza o Scienze Politiche (vecchio ordinamento) o equipollenti oppure laurea specialistica (LS) o Laurea Magistrale (LM) appartenenti alle corrispondenti classi ai sensi del D.M. n. 509/1999 e D.M. n. 270/2004 (per i titoli di studio conseguiti all'estero è necessario che entro la data di scadenza del presente bando sia stato emanato il provvedimento di riconoscimento da parte delle autorità competenti);
10. conoscenza di una lingua straniera a scelta tra Inglese o Francese;
11. conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (Word, Excel, internet, posta elettronica e PEC).

Ai sensi del vigente ordinamento, i cittadini degli stati membri dell'Unione europea devono possedere, ai fini dell'accesso ai posti della pubblica amministrazione, i seguenti requisiti:
a) godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o provenienza;
b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
d) essere in possesso del titolo di studio richiesto oppure di titolo di studio conseguito all’estero per il quale sia stata dichiarata dall’autorità competente l’equipollenza con uno dei titoli di studio richiesti.

I requisiti per l'ammissione al concorso devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione fissato dal presente bando, pena l'esclusione.

ART. 3
DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO:
TERMINI E MODALITA' DI PRESENTAZIONE

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere presentata al Comune di Jesi entro il termine perentorio di 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, 4^ Serie Speciale Concorsi ed Esami con le seguenti modalità:

1. direttamente (a mano) all’Ufficio Protocollo del Comune di Jesi, Piazza Indipendenza 1;
2. a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento inviata al Comune di Jesi - Piazza Indipendenza n. 1 - C.A.P. 60035 Jesi (AN) (in questo caso fa fede la data del timbro dell'ufficio postale accettante);
3. a mezzo posta certificata (PEC) al seguente indirizzo: protocollo.comune.jesi@legalmail.it ; con riferimento a tale sistema di trasmissione si precisa che la domanda verrà accettata soltanto in caso di identificazione e corrispondenza dell’autore della domanda con il soggetto identificato con le credenziali PEC, ovvero in caso di sottoscrizione della domanda mediante la firma digitale;

La domanda redatta in carta semplice utilizzando il modello allegato al presente bando, deve essere debitamente sottoscritta dal candidato a pena di esclusione dalla procedura.
Non è richiesta l'autenticazione della sottoscrizione.
La sottoscrizione puo' essere fatta con firma autografa oppure con firma digitale nel caso di trasmissione tramite PEC.
Nel caso in cui venga inviata tramite PEC e non si disponga di firma digitale, la domanda previamente sottoscritta dovrà essere scannerizzata in formato PDF ed allegata alla mail. In tal caso il sottoscrittore deve essere titolare dell'indirizzo PEC utilizzato per la spedizione.
Nel caso in cui il sottoscrittore utilizzi invece un indirizzo PEC di un soggetto diverso, la domanda dovrà essere necessariamente firmata digitalmente.

La domanda di partecipazione al concorso dovrà contenere, oltre alle complete generalità, la data e il comune di nascita, l’indirizzo di residenza e l’eventuale diverso recapito dove si intende ricevere le comunicazioni riguardanti la selezione (se diverso dall’indirizzo di residenza), le seguenti dichiarazioni:
1. possesso della cittadinanza italiana o l'appartenenza ad uno degli Stati membri dell'Unione europea (salvo le eccezioni di legge);
2. immunità da condanne penali, provvedimenti di interdizione o misure restrittive che escludano, ai sensi delle disposizioni vigenti, l’assunzione nel pubblico impiego;
3. godimento dei diritti civili e politici;
4. non essere cessato da precedenti rapporti di lavoro con pubbliche amministrazioni a causa di insufficiente rendimento o per produzione di documenti falsi o per uso di mezzi fraudolenti e, in ogni caso, non aver subito provvedimenti di recesso per giusta causa;
5. possesso dell’idoneità fisica all’impiego nel profilo di cui si tratta (l’Amministrazione sottoporrà a visita medica di controllo i vincitori da assumere, in base alla normativa vigente);
6. essere in possesso dei requisiti di legge per il conferimento della qualità di agente di pubblica sicurezza (art. 5, comma 2 legge n. 65/1986);
7. essere in regola con gli obblighi di leva (per i candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985);
8. possesso della patente di guida cat. A e B;
9. possesso del titolo di studio richiesto per la partecipazione al concorso, con la data di conseguimento, l'Istituto che lo ha rilasciato e la votazione finale riportata; qualora il titolo di studio sia stato conseguito all'estero, dovrà essere citata la dichiarazione dell'autorità competente che attesti l'equipollenza ad un titolo di studio rilasciato da Istituti italiani;
10. la lingua straniera prescelta tra quelle indicate all'art. 2, punto 10 (Inglese – Francese);
11. conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
12. i titoli che danno diritto a preferenza a parità di punteggio, tra quelli indicati nell'allegato “B” al presente bando;
13. per i dipendenti a tempo indeterminato del Comune di Jesi la categoria d’appartenenza e l’anzianità di servizio;
14. l'accettazione incondizionata delle norme contenute nel presente bando.

Alla domanda dovranno essere allegati:

  • fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
  • curriculum (redatto in carta libera) – datato e sottoscritto – con l'indicazione del titolo di studio posseduto, della data di conseguimento, dell'Istituto che lo ha rilasciato e della votazione finale riportata (qualora il titolo di studio sia stato conseguito all'estero, dovrà essere citata la dichiarazione dell'autorità competente che attesti l'equipollenza ad un titolo di studio rilasciato da Istituti italiani);
  • la certificazione in carta semplice comprovante il possesso degli eventuali titoli di preferenza nella assunzione (indicati nell’allegato “B” al presente bando) che siano stati dichiarati nella domanda di ammissione. La mancata produzione di idonea certificazione comporterà la non valutazione del titolo di preferenza. In alternativa alla certificazione sarà possibile produrre una dichiarazione sostitutiva di certificazione o una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà a seconda del titolo di preferenza da presentare.

Nel caso di invio della domanda in formato elettronico (tramite PEC) gli allegati dovranno essere inviati in formato PDF.

Le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda di ammissione al concorso e nel curriculum hanno valore di "dichiarazioni sostitutive di certificazione" ai sensi dell’art 46 del citato D.P.R. n. 445/2000 e di "dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà" ai sensi degli art. 47 del citato D.P.R. n. 445/2000.
Si ricorda che, ferme restando le conseguenze penali previste dall'art. 76 del D.P.R. n. 445/2000 per le dichiarazioni mendaci, la falsità in atti e l'uso di atti falsi, qualora emerga da successivi controlli la non veridicità del contenuto delle autocertificazioni rese, il candidato decade dalla partecipazione alla selezione e dall'eventuale assunzione, ai sensi dell'art. 75 del citato D.P.R.

L'Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni che non dipenda dai propri uffici, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.

ART. 4
CASI DI ESCLUSIONE DAL CONCORSO

Non saranno ammessi a partecipare al concorso i candidati che incorrano anche in una sola delle seguenti irregolarità:
1. inoltro della domanda oltre i termini prescritti nell'art. 3;
2. omessa sottoscrizione della domanda;
3. mancato possesso di titolo di studio richiesto dal presente bando;
4. per i titoli di studio conseguiti all'estero: mancata indicazione degli estremi del provvedimento di equipollenza con un titolo di studio italiano
5. mancato possesso di patente di guida cat. A e B.

Ai candidati non ammessi al concorso verrà inviata apposita comunicazione scritta.

ART. 5
COMMISSIONE ESAMINATRICE

La Commissione Esaminatrice sarà nominata con successivo provvedimento del Dirigente dell'Area Sviluppo Risorse umane e Organizzazione del Comune di Jesi, in osservanza delle disposizioni regolamentari vigenti.

ART. 6
PROVE DI ESAME: CONTENUTO E VALUTAZIONE

Le prove d'esame consisteranno in:

  • una prova preselettiva (eventuale);
  • due prove scritte;
  • una prova orale.

Le materie d'esame sono le seguenti:

  • Diritto amministrativo, con particolare riguardo al procedimento amministrativo, al diritto di accesso agli atti e alla riservatezza dei dati personali, agli atti amministrativi e ai vizi di legittimità degli stessi;
  • Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali (D. Lgs. n. 267/2000 e s.m.i.);
  • Diritto e procedura penale;
  • Testo Unico delle leggi di pubblica sicurezza;
  • Codice della strada e relativo regolamento di esecuzione;
  • Normativa in materia di depenalizzazione (L.n. 689/1981 e s.m.i.)
  • Normativa nazionale e regionale in materia di Polizia Locale;
  • Legislazione in materia di polizia commerciale, edilizia e ambientale;
  • Disciplina del rapporto di lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione e cenni in materia di sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro;
  • Servizi e funzioni di polizia locale;


Per essere ammessi a sostenere la prova preselettiva e le successive prove d'esame i candidati dovranno essere muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità.

PRESELEZIONE
Qualora il numero di domande sia superiore a 50, sarà effettuata una prova preselettiva consistente nella soluzione di quiz a risposta multipla di tipo professionale sulle materie d'esame, volti ad accertare la conoscenza di tali specifichi argomenti di studio.

In particolare, i candidati saranno chiamati a fornire risposta a n. 30 domande a risposta multipla.

Ad ogni risposta esatta sarà attribuito un punto.

Per ogni risposta errata o omessa non sarà attribuito alcun punto.

Saranno ammessi alle successive prove d'esame i primi 50 candidati, in base al miglior punteggio ottenuto in tale prova preselettiva, oltre gli ex equo.

Il punteggio riportato nella prova preselettiva non concorre alla formazione della graduatoria finale di merito della procedura concorsuale.
L'esito della prova preselettiva verrà pubblicato entro i successivi 15 giorni dall'espletamento sul sito internet del Comune di Jesi www.comune.jesi.an.it nella sezione - Il Comune - Albo pretorio - Albo pretorio on line, alla voce “Concorsi e Avvisi di selezione” e avrà valore di convocazione per la successiva prima prova scritta.

PRIMA PROVA SCRITTA
La prova consisterà nella stesura di un elaborato o nella soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alle materie sopraindicate.
Per l'effettuazione della prova non è consentito l'utilizzo in aula di alcun tipo di appunto, scritto, libro, pubblicazione, testo di legge, anche non commentato, né di altra documentazione. E' inoltre vietato l'uso di apparecchi tecnologici, quali telefoni cellulari, tablet, ecc.

SECONDA PROVA SCRITTA
La prova sarà a contenuto teorico-pratico concernente la soluzione di casi attinenti alle materie sopraindicate.
Anche per sostenere la seconda prova scritta non è consentito l'utilizzo in aula di alcun tipo di appunto, scritto, libro, pubblicazione, testo di legge, anche non commentato, né di altra documentazione. E' inoltre vietato l'uso di apparecchi tecnologici, quali telefoni cellulari, tablet, ecc.

PROVA ORALE
La prova orale consisterà in un colloquio motivazionale e professionale, volto ad approfondire e valutare la qualità e la completezza delle conoscenze delle materie d'esame, la capacità di cogliere i concetti essenziali degli argomenti proposti, la chiarezza di esposizione, la capacità di collegamento e di sintesi.
Nell'ambito del colloquio sarà verificata la conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (Word, Excel, internet, posta elettronica e PEC) nonché della lingua straniera prescelta dal candidato tra Inglese o Francese.

ART. 7
CRITERI DI VALUTAZIONE

Per ciascuna prova (esclusa la Preselezione) la Commissione Esaminatrice ha a disposizione 30 punti su 30 (30/30).
Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato in ciascuna delle due prove scritte una votazione di almeno 21/30.
La prova orale si intenderà superata se il candidato otterrà una votazione di almeno 21/30.
Il punteggio finale è dato dalla somma della media dei voti conseguita nelle prove scritte e della votazione conseguita nella prova orale.

ART. 8
DIARIO DELLE PROVE
CONVOCAZIONI E COMUNICAZIONI

PRESELEZIONE: MARTEDI’ 30 GIUGNO 2015 presso il Palazzetto dello Sport, sito in Jesi, Via Tabano
Qualora il numero di domande sia inferiore a 50 tale prova preselettiva non avrà luogo e la comunicazione in tal senso sarà resa nota sul sito istituzionale del Comune di Jesi www.comune.jesi.an.it nella sezione - Il Comune - Albo pretorio - Albo pretorio on line, alla voce “Concorsi e Avvisi di selezione” con almeno 5 giorni di anticipo senza obbligo di ulteriori comunicazioni.

PRIMA E SECONDA PROVA SCRITTA: la data e la sede di svolgimento saranno comunicate sul sito istituzionale almeno 15 giorni prima della data di effettuazione della prima prova;
Tali informazioni saranno rese note sul sito istituzionale del Comune di Jesi www.comune.jesi.an.it nella sezione - Il Comune - Albo pretorio - Albo pretorio on line, alla voce “Concorsi e Avvisi di selezione” .

PROVA ORALE: la data e la sede di svolgimento saranno comunicate sul sito istituzionale almeno 15 giorni prima della data di effettuazione del colloquio.

La pubblicazione sul sito internet del Comune di Jesi www.comune.jesi.an.it nella sezione - Il Comune - Albo pretorio - Albo pretorio on line, alla voce “Concorsi e Avvisi di selezione” del presente bando di concorso contenente le suddette informazioni ha valore di notifica a tutti gli effetti di legge.

I candidati che, in base alla pubblicazione dell’esito della prova preselettiva all’Albo pretorio on line, risultino ammessi alle prove scritte si intendono sin da ora convocati per sostenere le stesse (muniti di idoneo documento di identità), senza la necessità di ulteriore preavviso, con avvertenza che la mancata presenza equivale a rinuncia al concorso.

Subito dopo la correzione degli elaborati delle prove scritte, sarà inserito sul citato sito internet del Comune di Jesi l'esito della valutazione delle prove scritte e quindi l’elenco dei candidati ammessi a sostenere la prova orale.

I candidati che, in base alla pubblicazione dell’esito delle prove scritte all’Albo pretorio on line, risultino ammessi alla prova orale si intendono sin da ora convocati per sostenere la stessa (muniti di idoneo documento di identità), senza la necessità di ulteriore preavviso, con avvertenza che la mancata presenza equivale a rinuncia al concorso.

ART. 9
RISERVA E TITOLI DI PREFERENZA

A parità di merito dei concorrenti dichiarati idonei nella graduatoria, i titoli che danno diritto di preferenza, ai sensi delle disposizioni di cui al D.P.R. n. 487/1994, s.m.i., sono indicati nell'allegato “B” del presente bando.

Un posto dei tre messi a concorso è riservato al personale interno del Comune di Jesi.

ART. 10
GRADUATORIA

Il punteggio finale è dato dalla media delle valutazioni delle due prove scritte, cui si aggiunge il punteggio conseguito nella prova orale secondo le modalità sopraindicate.

Sulla base della documentazione elaborata dalla Commissione ad esito delle prove concorsuali, la graduatoria finale di merito sarà approvata con determinazione del Dirigente dell'Area Sviluppo Risorse umane e Organizzazione del Comune di Jesi, con l'osservanza, a parità di punteggio finale, delle preferenze previste nell'allegato “B” del presente bando, ai sensi dei commi 4 e 5 dell'art. 5 del D.P.R. n. 487/1994 e s.m.i.

La graduatoria sarà quindi pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Jesi www.comune.jesi.an.it nella sezione - Il Comune - Albo pretorio - Albo pretorio on line, alla voce “Concorsi e Avvisi di selezione”
Tale pubblicazione vale quale comunicazione dell'esito del procedimento agli interessati.
Dalla data di pubblicazione di detto avviso decorre il termine di 60 giorni per eventuali impugnative.

La graduatoria rimane efficace per tre anni, dalla data di approvazione o per il diverso periodo previsto dalla normativa vigente al momento della approvazione della stessa.

L'Amministrazione ha facoltà di avvalersene nei termini prescritti, per l'eventuale copertura dei posti che si rendessero successivamente vacanti nonché per eventuali assunzioni a tempo determinato.

ART. 11
ASSUNZIONE DEI VINCITORI

L'assunzione dei vincitori della procedura concorsuale è subordinata al rispetto del regime vincolistico sulle assunzioni di personale nella Pubblica Amministrazione.

Un posto dei tre messi a concorso è riservato al personale interno del Comune di Jesi. Nel caso in cui nessun dipendente comunale sia utilmente collocato nella graduatoria finale, saranno assunti i primi due candidati esterni della graduatoria medesima.

La verifica delle dichiarazioni riportate nella domanda è effettuata per coloro che, risultando utilmente collocati nella graduatoria finale di merito, sono assunti. Qualora da tale verifica risulti il mancato possesso dei requisiti, non si procederà alla stipula del contratto individuale di lavoro, bensì alla modifica della graduatoria finale approvata.

L'Ente, al fine della stipula del contratto individuale di lavoro per l'assunzione, invita i vincitori a:

  • sottoporsi a visita medica tendente ad accertare l'idoneità fisica all'impiego;
  • sottoscrivere la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà di non avere rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall'art. 53 del D. Lgs. n. 165/2001 e s.m.i. In caso contrario, con le stesse modalità, deve essere espressamente dichiarata l'opzione per l'impiego presso l'Ente che intende fare l'assunzione;
  • sottoscrivere apposita dichiarazione sostitutiva relativa al possesso dei requisiti richiesti per l'assunzione presso la Pubblica Amministrazione.

Il Comune di Jesi ha facoltà di accertare d'ufficio la veridicità di quanto dichiarato dai vincitori.

Dai documenti dovrà essere rilevabile il possesso dei requisiti alla data di scadenza del bando. D'ufficio si procede, altresì, all'accertamento presso il Casellario giudiziale, ai sensi dell'art. 43 del D.P.R. n. 445/2000.

I vincitori devono assumere servizio nel giorno indicato nel contratto individuale di lavoro e, in caso di inadempimento senza giustificato motivo, il relativo contratto è risolto automaticamente.
I vincitori sono sottoposti al periodo di prova previsto nel contratto individuale di lavoro.

ART. 12
INFORMATIVA IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Tutti i dati personali di cui l'Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell'espletamento della procedura concorsuale verranno trattati, anche con procedure informatizzate, nel rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali di cui al D. Lgs. 30.06.2003 n. 196, a cura del personale dell'Ente assegnato agli uffici preposti al loro utilizzo e conservazione per lo svolgimento delle procedure concorsuali e di assunzione.
Gli stessi potranno essere messi a disposizione anche di coloro che, dimostrando un concreto interesse nei confronti delle suddette procedure, ne facciano espressa richiesta ai sensi dell'art. 22 della Legge n. 241/1990 e s.m.i.
Si informa, inoltre, che per esercitare i diritti inerenti all'utilizzo ed alla conservazione dei propri dati personali stabiliti dall'art. 2 del citato Codice, l'interessato potrà rivolgersi al Responsabile del presente procedimento.

ART. 13
DISPOSIZIONI FINALI

Per quanto non previsto dal presente bando si fa riferimento al vigente Regolamento delle procedure di reclutamento del personale, approvato con deliberazione di G.C. n. 58 del 6.4.2007, s.m.i. da ultimo con deliberazione di G. C. n. 29 del 10.03.2009, e al D.P.R. n°487/1994. Il regolamento è consultabile sul sito del Comune di Jesi: (www.comune.jesi.an.it/ amministrazione trasparente).
La Responsabile del procedimento è la dott.ssa Natalia Mancini, Responsabile del Servizio Organizzazione e Gestione Giuridica Risorse Umane del Comune di Jesi;
Per eventuali informazioni, gli interessati possono rivolgersi al dott. Paolo Mancia del Servizio Organizzazione e Gestione giuridica risorse umane al n. tel. 0731 - 538277 dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 13,00 nonché il martedì ed il giovedì pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 18,00.
Il presente bando non vincola in alcun modo l’Amministrazione Comunale di Jesi, che si riserva di revocarlo o, comunque, di non dare corso alle assunzioni ivi previste in qualsiasi stato della procedura, per le motivazioni espresse nell’atto di approvazione del bando medesimo al punto 3. del dispositivo;

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità