Escursioni in mezza giornata

Marche
Marche

Dai Sibillini alla costa ogni città, paese, borgo ha una storia unica da raccontare fatta di chiese, edifici storici, teatri, musei, cinte murarie, il tutto immerso in una cornice naturale che racchiude in sé tutti i caratteri del paesaggio marchigiano: il mare, la collina e la montagna.
Amanti dell’arte, appassionati di storia, fan di natura, o semplice visitatore in ricerca di riposo, relax e farniente … ecco qualche idee d’escursioni…

La città di Ancona, capoluogo di Regione, importante città portuaria dominata dalla cattedrale San Ciriaco, uno dei più bei monumenti romanici dell’Italia centrale.

 

Zone naturalistiche di grande interesse come ad esempio: il Parco Regionale del Conero, unico promontorio sul mare adriatico con il Gargano, o il Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi con le famose Grotte di Frasassi. Un agevole percorso turistico di circa 1,5 km permette ai visitatori, accompagnati da guide professionali, di scoprire diversi ambienti tra i quali l’Abisso Ancona, la grotta la più ampia di tutta l’Europa; tanto da poter contenere al suo interno il Duomo di Milano.
A una decina di chilometri a sud di Macerata, si trova la Riserva Naturale Abbadia di Fiastra che ha mantenuto nel tempo segni e ambienti di tipo medievale, ivi compresa la monumentale abbazia realizzata dai monaci cistercensi nel XII sec.

 

Il litorale adriatico che dalla spiaggia di velluto di Senigallia ideale per le famiglie con bambini Vi porterà alla piccola baia di Portonovo con le sue spiagge bianche di rena e ciottoli attorniate dai ripidi crinali dei monti. Nello spazio di pochi chilometri si susseguono le località della Riviera del Conero: Sirolo con una posizione pittoresca, a picco sul mare, Numana con un ben attrezzato porticciolo e Marcelli la zona più moderna della riviera.

 

Il santuario di Loreto, il più grande santuario mariano d’Italia, la cui storia è indissolubilmente legata alla vicenda della Santa Casa. Nel santuario hanno lavorato alcuni tra i più grandi artisti del '400 e '500.
Poco distante da Loreto, Recanati, la città di uno dei maggiori poeti italiani, Giacomo Leopardi, invita a un itinerario tra i luoghi a lui più cari nonché alla visita della casa natale.

 

Numerose città d'arte e di storia:

Fabriano, nota fin dal XIII secolo, in tutto il mondo, per la lavorazione della carta. Il museo della Carta e della Filigrana permette di percorrere tutte le fasi di lavorazione della carta a mano e presenta una ricca collezione di filigrane artistiche.

Matelica, interessante città d’arte, che ha dato il proprio nome all’altro Verdicchio, il Verdicchio di Matelica, dai profumi leggermente diversi dall’omonimo dei Castelli di Jesi.

San Severino Marche e Tolentino due centri storici con edifici e raccolte d’arte di grande interesse.

Macerata, famosa per lo Sferisterio, esempio di architettura neoclassica tra i più significativi d’Italia, che ospita ogni estate un’importante stagione lirica. Passeggiando per le vie del centro, si può visitare la Biblioteca comunale, una delle più ricche della Regione, e fermarsi ad ammirare le opere di importanti artisti italiani del ‘900 nella galleria d’Arte contemporanea di Palazzo Ricci.

 

Senza dimenticare …

Chiaravalle, per l’abbazia cistercense di Santa Maria in Castagnola (XII sec.) 
Cingoli, tranquilla cittadina che unisce alle straordinarie visioni paesaggistiche – è soprannominata il “Balcone delle Marche” – un centro storico ricco e ben conservato.
Osimo, bella cittadina, ricca di vestigia antiche. Da non perdere la Cattedrale, bel esempio di architettura romanico-gotica e il percorso guidato attraverso gallerie e ambienti sotterranei scavati a più livelli.
Offagna, tipico borgo medievale dominato dalla scenografica Rocca, nota per le Feste Medievali (fine luglio)
Piccolo centro dell’entroterra senigalliese, Corinaldo è famosa per la sua imponente cinta muraria, della quale si possono ripercorre tratti dell’antico camminamento di ronda.
Arcevia, piccolo centro arroccato su uno sperone nel Parco Naturale Gola della Rossa e di Frasassi. La collegiata di San Medardo conserva capolavori di Luca Signorelli e dei della Robbia (XVI sec.).

 

Siti archeologici di rilievo, come il Parco Archeologico di Sentinum (oggi comune di Sassoferrato), sito della “battaglia delle Nazioni” che vide la vittoria dei Romani sui Galli, e quello di Suasa (comune di Castelleone di Suasa) dove gli scavi hanno messo in luce una “domus” signorile ricca di mosaici e pitture parietali nonché un anfiteatro romano.

XHTML 1.1 valido CSS valido Dichiarazione di accessibilità