La riscoperta della CiviltÓ Musicale Marchigiana

 

Questo progetto prevede la prima esecuzione moderna di opere rare (delle quali, quando necessario, viene effettuata la revisione critica) legate ad autori marchigiani, preferibilmente di area jesina. Nel 1995 Ŕ stato riscoperto Teseo riconosciuto, opera giovanile di Gaspare Spontini (nativo della vicina Maiolati); nel 1996 Ŕ stata la volta di Giulietta e Romeo, capolavoro di Nicola Vaccaj (originario di Tolentino); nel 1997 l'omaggio Ŕ caduto sul celebre musicista di Jesi, Giovanni Battista Pergolesi, del quale Ŕ stato riproposto per la prima volta Il prigionier superbo, intervallandolo come avvenne alla prima assoluta del 1733 con La serva padrona. Nel 1998 Ŕ stato effettuato il recupero di un'opera che godette di grande successo sino agli inizi del Novecento: Ruy Blas di Filippo Marchetti, compositore nato a Bolognola (Macerata), mentre nella stagione 1999 Ŕ stata effettuata la prima ripresa in epoca moderna di Ines de Castro di Giuseppe Persiani, musicista di Recanati. Queste opere - tutte radiotrasmesse da RadioTre - sono state pubblicate in compact-disc dalla ditta Bongiovanni di Bologna, arricchendo il catalogo giÓ esistente di incisioni realizzate presso il Teatro Pergolesi, che comprende Il Flaminio (Fonit-Cetra) e l'Adriano in Siria (Bongiovanni) di Pergolesi, Il matrimonio segreto di Cimarosa (Nuova Era).