Piccoli suicidi tra amici

Arto Paasilinna

Settimo appuntamento del gruppo di lettura in Biblioteca 2021/2022, sul tema "Letteratura comica e umoristica". 

Il direttore fallito Onni Rellonen decide di ritentare il suicidio. Per commettere il gesto supremo sceglie un posto tranquillo, un vecchio fienile appartato, ma il posto è già occupato dal colonnello Hermanni Kemppainen, che per lo spavento dell'arrivo di Onni scivola con il cappio al collo. Fortunatamente il nuovo venuto gli salva la vita e i due passano molto tempo parlando del proposito comune, trovando anche conforto l'un l'altro. Si rendono conto che in Finlandia il problema dei suicidi è molto sentito, mettono un annuncio sul giornale per trovare altri disperati come loro bisognosi di aiuto. L'annuncio ottiene un grande successo, i due ricevono un gran numero di lettere. Per problemi organizzativi cercano la collaborazione di una persona esperta in lavori di segreteria: la trovano nella conturbante vicepreside Helena Puusaari, che a sua volta aveva risposto all'annuncio. I tre organizzano un seminario sul tema, invitando gli interessati in un ristorante di Helsinki. Dall'incontro nascono idee particolari, gli aspiranti suicidi vogliono compiere l'estremo atto in compagnia, ma in modo "elegante".

Arto Tapio Paasilinna (Kittilä, 20 aprile 1942 – Espoo, 15 ottobre 2018) è stato uno scrittore finlandese, con un passato da giornalista, poeta e guardaboschi. Vincitore del Premio letterario Giuseppe Acerbi nel 1994.

 

Piccoli suicidi tra amici

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy