Una banda di idioti

John Kennedy Toole

Quinto appuntamento del gruppo di lettura in Biblioteca 2021/2022, sul tema "Letteratura comica e umoristica". 

È un romanzo picaresco dello scrittore statunitense John Kennedy Toole, pubblicato undici anni dopo il suicidio dell'autore. Il libro venne pubblicato grazie alla tenacia ed agli sforzi della madre di Toole, Thelma Toole, nonché all'intuito letterario dello scrittore Walker Percy, che contribuì anche con una prefazione alla prima edizione.
Una banda di idioti acquistò crescente popolarità presso il pubblico dopo il conferimento postumo a Toole del Premio Pulitzer per la narrativa nel 1981, evento che annoverò definitivamente il suo capolavoro tra i classici della letteratura americana del XX secolo. Il titolo del romanzo è ispirato a un epigramma di Jonathan Swift. In Italia il libro è apparso per la prima volta nel 1982, pubblicato da Rizzoli con il titolo Una congrega di fissati. Il romanzo è ambientato a New Orleans nei primi anni sessanta. Il protagonista è Ignatius Jacques Reilly, un uomo corpulento di trent'anni che vive con la madre Irene in una casa popolare in un quartiere a nord della città. Per porre rimedio alle ristrettezze economiche della famiglia, Ignatius a malincuore si trova a dover cercare lavoro. Questa ricerca porterà il protagonista a confrontarsi con eccentrici personaggi che animano e caratterizzano la New Orleans del tempo, i cosiddetti idioti che costellano il mondo di Ignatius J.Reilly.

John Kennedy Toole (New Orleans, 17 dicembre 1937 – 26 marzo 1969) in vita non pubblicò nulla.
Solo diversi anni dopo la sua morte, avvenuta a soli 31 anni, la madre riuscì a far leggere il manoscritto di A Confederacy of Dunces (titolo originale di Una banda di idioti) allo scrittore Walker Percy, che affascinato dalla genialità dell'opera, riuscì a convincere un editore a pubblicare il romanzo. Nel 1981 a Toole fu assegnato postumo il Premio Pulitzer per la narrativa.

Una banda di idioti

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy