[^] Piano di Sviluppo Rurale delle Marche – Sottomisura 16.9 (Sostegno per la diversificazione delle attività riguardanti l'assistenza sanitaria, l'integrazione sociale, l'agricoltura sostenuta dalla comunità e l'educazione ambientale e alimentare) – Sollecitazione manifestazioni di interesse | Comune di Jesi

Piano di Sviluppo Rurale delle Marche – Sottomisura 16.9 (Sostegno per la diversificazione delle attività riguardanti l'assistenza sanitaria, l'integrazione sociale, l'agricoltura sostenuta dalla comunità e l'educazione ambientale e alimentare) – Sollecitazione manifestazioni di interesse

VISTO il vigente Piano di Sviluppo Rurale delle Marche;

VISTA, in particolare, la Sottomisura 16.9 ( Sostegno per la diversificazione delle attività riguardanti l'assistenza sanitaria, l'integrazione sociale, l'agricoltura sostenuta dalla comunità e l'educazione ambientale e alimentare) finalizzata a promuovere la realizzazione di progetti per la fornitura di servizi rivolti alle fasce deboli e alle categorie svantaggiate (anziani, diversamente abili, soggetti a rischio di esclusione sociale, ecc.), nonché servizi educativi e socio – sanitari/terapeutici, strettamente collegati con l’attività agricola.

CONSIDERATO che i progetti in questione devono prevedere rapporti di cooperazione cui possono partecipare agricoltori, professionisti del settore (animatori, educatori, ecc.), cooperative sociali, imprese sociali, associazioni di promozione sociale, onlus, istituzione pubbliche e private  competenti, ecc.

VERIFICATO che il beneficiario della sottomisura 16.9 è la forma associata, dotata di personalità giuridica e responsabilità patrimoniale, in possesso di una convenzione pluriennale con un ente pubblico per la fornitura di un servizio sociale e/o assistenziale alla comunità. Deve essere costituita da almeno due soggetti dotati di personalità giuridica:
• agricoltori singoli o associati
• professionisti (animatori, educatori, ecc.)
• cooperative sociali
• imprese sociali
• associazioni di promozione sociale
• onlus
• istituzione pubbliche e private competenti
Almeno uno dei soggetti associati deve essere un’impresa agricola singola o associata iscritta nell’Elenco degli Operatori di Agricoltura Sociale.

ATTESO che è interesse dell’Amministrazione Comunale incentivare  le forme di collaborazione con Associazioni e organizzazioni del Terzo Settore, per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani, dando attuazione agli articoli 118 ultimo comma, 114 comma 2 e 117 comma 6 della Costituzione.

RICHIAMATA la deliberazione della Giunta Comunale n. 135 del 4 giugno 2019 in forza della quale è stato approvato l’atto di indirizzo per la chiusura della gestione liquidatoria della Società ProgettoJesi e la retrocessione del relativo patrimonio immobiliare al Comune di Jesi;

CONSIDERATO che, tra i beni che saranno oggetto di retrocessione, è ricompreso un terreno agricolo sito in via dei Gobbi della superficie di ettari Ha 5,9874;

PRESO ATTO che, in forza della deliberazione n.189 del 30 luglio 2019, la Giunta Comunale ha formulato un invito alla Società ProgettoJesi - nelle more della formalizzazione dell’atto di retrocessione del patrimonio - a concedere in comodato gratuito, per la durata di anni 4, il citato terreno sito in via Gobbi al fine di consentire la partecipazione al bando regionale PSR Sottomisura 16.9;

VALUTATA l’opportunità di individuare, previa procedura ad evidenza pubblica, un soggetto del Terzo Settore interessato a partecipare al bando regionale per la Sottomisura 16.9, in possesso del requisito di esperienza nella gestione di servizi rivolti alle fasce deboli e alle categorie svantaggiate (anziani, diversamente abili, soggetti a rischio di esclusione sociale, ecc.), nonché servizi educativi e socio – sanitari/terapeutici, strettamente collegati con l’attività agricola.

VERIFICATA l’esigenza di acquisire manifestazioni di interesse da parte di Associazioni e Organizzazioni del Terzo Settore per la stipula di un comodato gratuito della durata di anni 4 riferito al terreno sito in via dei Gobbi;

VISTO, a tale proposito, il D.Lgs. 3 luglio 2017 n. 117, con particolare riferimento all’art. 56 (Convenzioni) in base al quale:
1. Le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, possono sottoscrivere con le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale, iscritte da almeno sei mesi nel Registro unico nazionale del Terzo settore, convenzioni finalizzate allo svolgimento in favore di terzi di attivita' o servizi sociali di interesse generale, se piu' favorevoli rispetto al ricorso al mercato.
2. Le convenzioni di cui al comma 1 possono prevedere esclusivamente il rimborso alle organizzazioni di volontariato e alle associazioni di promozione sociale delle spese effettivamente sostenute e documentate.
3. L'individuazione delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale con cui stipulare la convenzione e' fatta nel rispetto dei principi di imparzialita', pubblicita', trasparenza, partecipazione e parita' di trattamento, mediante procedure comparative riservate alle medesime. Le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale devono essere in possesso dei requisiti di moralita' professionale, e dimostrare adeguata attitudine, da valutarsi in riferimento alla struttura, all'attivita' concretamente svolta, alle finalita' perseguite, al numero degli aderenti, alle risorse a disposizione e alla capacita' tecnica e professionale, intesa come concreta capacita' di operare e realizzare l'attivita' oggetto di convenzione, da valutarsi anche con riferimento all'esperienza maturata, all'organizzazione, alla formazione e all'aggiornamento dei volontari.
3-bis. Le amministrazioni procedenti pubblicano sui propri siti informatici gli atti di indizione dei procedimenti di cui al presente articolo e i relativi provvedimenti finali. I medesimi atti devono altresi' formare oggetto di pubblicazione da parte delle amministrazioni procedenti nella sezione "Amministrazione trasparente", con l'applicazione delle disposizioni di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33.

tutto ciò premesso

SI INVITANO

le Associazioni e le Organizzazioni del Terzo Settore, interessate a partecipare al bando per la Sottomisura 16.9 del Piano Regionale di Sviluppo Rurale delle Marche, a presentare, la propria manifestazione di interesse per la stipula di una convenzione ex art. 56 del D.Lgs. 117/2017.

In forza della citata convenzione, il soggetto selezionato otterrà la concessione in comodato gratuito, per la durata di anni quattro, di un terreno agricolo sito in via dei Gobbi (attualmente di proprietà della Società ProgettoJesi) al fine di attivare un progetto rivolto alle fasce deboli e alle categorie svantaggiate (anziani, diversamente abili, soggetti a rischio di esclusione sociale, ecc.), ovvero servizi educativi e socio – sanitari/terapeutici, strettamente collegati con l’attività agricola.

Le Associazioni e Organizzazioni del Terzo Settore devono risultare in possesso dei requisiti di moralita' professionale e dimostrare adeguata attitudine all'attivita' concretamente svolta, alle finalita' perseguite, al numero degli aderenti, alle risorse a disposizione e alla capacita' tecnica e professionale, intesa come concreta capacita' di operare e realizzare l'attivita' oggetto di convenzione, da valutarsi anche con riferimento all'esperienza maturata, all'organizzazione, alla formazione e all'aggiornamento dei volontari.

Tali requisiti dovranno essere esplicitati attraverso una relazione scritta, da redigersi in forma libera, allegata alla manifestazione di interesse.

La presentazione della manifestazione di interesse dovrà essere effettuata in busta chiusa al Protocollo del Comune entro il termine perentorio del 22 agosto 2019 ore 13.00.

La busta dovrà contenere, all’esterno, la dicitura: “Piano di Sviluppo Rurale delle Marche – Sottomisura 16.9 – Manifestazione di interesse”.

Una Commissione valuterà i contenuti delle relazioni alla luce dei requisiti sopra indicati.

Jesi, 31 luglio 2019

IL DIRIGENTE
(dott. Mauro TORELLI)

Piano di Sviluppo Rurale delle Marche – Sottomisura 16.9 (Sostegno per la diversificazione delle attività riguardanti l'assistenza sanitaria, l'integrazione sociale, l'agricoltura sostenuta dalla comunità e l'educazione ambientale e alimentare) – Sollecitazione manifestazioni di interesse

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy