Dipingere l'oltremondo: letture della Divina Commedia

I canti finali del Purgatorio, dall’apparizione di Matelda nel Paradiso terrestre all’arrivo di Beatrice, sono forse i più intensamente pittorici della Commedia. Al di là dell’allegoria, qui più che mai presente, Dante ci dona una serie di immagini di incomparabile bellezza, suscitando nei lettori un’ineffabile nostalgia dell’Eden perduto, da riconquistare a prezzo di sofferenza e pentimento (letture da Purgatorio, canti XXVIII-XXXII).

 

Dipingere l'oltremondo: letture della Divina Commedia

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy