[^] Il sogno delle diversità | Comune di Jesi

Il sogno delle diversità

Conferenza-Spettacolo di Pietro de Santis con Graziella Del Monte e Giampaolo Fermanelli

Ispirata allo scritto “Mentre voi sognate” di John Berger, comparso nel numero di settembre 2000 nel periodico francese Le monde diplomatique, come Lettera aperta al Signor Raymond Barre, sindaco di Lione, con il titolo «Pendant que vous rêvez».
Il poetico scritto di Berger sollecitava il recupero degli spazi carcerari del Saint Joseph, al fine di conservare il ricordo della vita e dei sogni degli altri cittadini di Lione: i reclusi.

Il sogno della diversità si associa all’immagine degli altri.

L’altro – in psicoanalisi – diviene talvolta l’Altro con l’iniziale maiuscola, per significare colui con il quale dobbiamo inevitabilmente rapportarci.
In termini sociali l’altro rappresenta il limite, l’ostacolo, il terminale di un desiderio o di un timore: molto spesso simboleggia il capro espiatorio. In periodi di disagio e confusione – individuale e sociale – il confronto con l’altro diventa difficile, anche perché penoso è il confronto con se stessi.
Pietro De Santis, psicoanalista, insieme a Graziella Del Monte e Giampaolo Fermanelli, attori, con le annotazioni registiche e musicali di Liliana Ciccarelli – e le immagini ispirate al testo di Berger, gentilmente concesse da Patrizia Bettarelli – prova a descrivere le ragioni di un disagio sociale e culturale, oggi troppo frettolosamente attribuito alla paura del diverso.

Disegni originali di Patrizia Bettarelli, mise en èspace, musica e regia di Liliana Ciccarelli, assistente alla regia Luis Marreiros.

Il convegno è già stato presentato nel corso del 2019 a Macerata con il patrocinio del Comune presso la Biblioteca Mozzi Borgetti, a Morrovalle (MC), a Recanati (MC) presso lo Spazio Cultura.

Pietro de Santis
Laureato in Fisica delle Particelle Elementari, Psicologo, Psicoterapeuta abilitato all’esercizio della Psicoterapia, è socio fondatore dell’Istituto Psicoanalitico per le Ricerche Sociali e socio dell’Associazione Culturale Psicoanalisi Contro.
Pratica attività terapeutica individuale, di coppia e di gruppo.
E’ responsabile delle attività di formazione per l’Educazione Continua in Medicina e del Servizio di Gestione della Qualità per l’Istituto Psicoanalitico per le Ricerche Sociali.
Dal 2004 è responsabile del progetto Polo Provinciale per le Malattie Rare per le problematiche rilevanti in ambito psicologico e sociale. Partecipa in qualità di organizzatore e relatore alle attività formative dell’IPRS ed alle attività culturale di Psicoanalisi Contro.
Coltiva interessi musicali ed è socio fondatore dell’Associazione Romana di Musica Sacra e Religiosa (ARMUSER).
Principali pubblicazioni: Malattie Rare, l’esperienza del polo provinciale, 2007, IPRS;
Adolescenza liquida, 2008, edup; La malattia di Filottète, 2010, edup; Il caso

Il sogno delle diversità

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy