[^] L'archivio dei divertimenti | Comune di Jesi

L'archivio dei divertimenti

Oroscopi e segreti alchemici nelle carte Pianetti

 

Giovedì 14 novembre, nella Sala Maggiore di Palazzo della Signoria, Lorenzo Manenti, dottorando dell’Università della Svizzera Italiana, terrà una conferenza dal titolo: “L’archivio dei divertimenti. Oroscopi e segreti alchemici nelle carte Pianetti”, delineando gli interessi di due esponenti di questa nobile famiglia jesina: Giuseppe Pianetti (1631-1709), vescovo di Todi, e suo nipote Cardolo Maria (1676-1743).

Sarà interessante scoprire come il vescovo Giuseppe Pianetti fosse interessato alle previsioni future richiedendo costantemente oroscopi e ottenendo sempre lo stesso responso, ovvero che le sorti del casato sarebbe stato nelle mani di un rampollo che avrebbe conferito lustro alla famiglia, tuttavia con gravi pericoli per alcuni vizi. Ogni indizio portava a Cardolo Maria.
Giuseppe Pianetti trascrisse personalmente la “Profezia di San Malachia”, un testo medievale dove venivano descritti, attraverso motti in latino, i pontefici dal XII secolo, fino a prevedere l’ultimo raccontando la distruzione di una città dai sette colli e il giudizio finale.
La passione di Cardolo Maria era, invece, l’alchimia e cercò di ottenere l'oro mescolando mercurio, piombo, argento e rame, ovviamente con scarsi risultati. Lavorò a questo obiettivo seguendo i “Sonetti alchemici” di frate Elia da Cortona, uno dei primi seguaci di San Francesco, dedito, secondo le fonti, a questa misteriosa attività.

La conferenza è occasione per inaugurare la mostra documentaria "La Bibliotheca Magica", che resterà visibile in Sala Planettiana fino al 14 gennaio 2020, dal mercoledì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, con possibilità di visite guidate al costo di 3 euro a persona.
I documenti esposti spaziano dall'astronomia all'astrologia, dalle profezie all'alchimia.

L'archivio dei divertimenti

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy