[^] Matita Ribelle | Comune di Jesi

Matita Ribelle

Arrivato alla settima mostra è sempre più difficile descrivere il mio modo di disegnare.
In particolare, quelli scelti per questa mostra sono invenzioni, giochi di parole, aforismi, battute, eresie che ho trasformato in disegni in formato A4 usando pennarelli colorati.
Molti di essi hanno un significato politico-sociale non omologato al pensiero dominante e tutti hanno lo scopo di divertire, far riflettere e far tremare le comode certezze.
Sono un libertario radicale intollerante e non voglio insegnare niente a nessuno (anche se faccio l’insegnante).

Alessandro Gigli, nato il 25.8.1958 a Jesi, dopo lunghi studi (soprattutto per le bocciature e ripetuti anni sabbatici) è diventato professore di ginnastica.
Oggi che è diventato di ruolo, avendo meno preoccupazioni, si diletta a scrivere aforismi e a disegnare per gli amici.
Negli ultimi mesi ne ha disegnati troppi per sottoporli ai suoi amici uno ad uno e quindi ha deciso di esporli in una mostra, sperando anche che così qualche folle aristocratico li acquisti a caro prezzo.

Per comprendere profondamente l’arte di Alessandro Gigli occorre calarsi nel suo personaggio astrologico. Alessandro nasce il 25/08/1958 a Jesi, sotto il razionale segno zodiacale della Vergine, con ascendente Ariete e la Luna in Capricorno.
Il suo Sole è in una perfetta congiunzione astrologica con il pulsionale Plutone e Mercurio (archetipo dei processi mentali) nel dominante segno del Leone.
Alessandro è un artista dotato di profondissima mente in grado di percepire il lato oscuro di ogni cosa che gravita nel suo mondo e renderlo visibile tramite un magistrale tratto grafico, rigorosamente elaborato velocemente a mano libera, che lo rende unico, originale e inconfondibile.
Possiamo pensare Alessandro artista come Plutone di mitologica memoria, nell’atto di rapire Persefone fanciulla, sua musa ispiratrice, per portarla con lui nel sotterraneo regno dei morti e trasformarla in donna e poi Regina dell’oscuro reame. Nulla è scontato nell’arte di Alessandro e ogni disegno nasce da una pulsione profonda e irresistibile che trova la sua liberazione tramite il disegno pensato come potente aforisma di vita vissuta.
Ogni pensiero, scritto o disegnato, viene partorito con la forza che nasce dalle viscere del suo stesso essere, in un atto totalizzante ed estenuante.
Il suo ascendente Ariete, segno degli inizi, esprime la sua impulsività priva di ogni mediazione armonica tipica dell’umano, da cui mentalmente ama differenziarsi.
È un pioniere della comunicazione ironica, disinibita e provocatoria. La sua Luna in Capricorno esprime l’amore assoluto, dissimulato con l’ironia che lo contraddistingue, per il mondo femminile, primitivo e potente nelle sue creazioni artistiche. Alessandro Gigli è la mano di Plutone che crea un mondo fatto di ombre luminose e irriverenti.
Sappiate cogliere la sua essenza!

Matita Ribelle

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy