Presentazione del libro: "Un pellegrinaggio in Europa"

A cura di Tullio Bugari e Silvano Staffolani

Il primo degli appuntamenti della rassegna letteraria vede la presentazione del volume "Un pellegrinaggio in Europa" di Giacomo Costantino Beltrami  ( https://pellegrinaggioineuropa.wordpress.com/ ).
Interverranno i curatori dell'opera, Tullio Bugari e Silvano Staffolani, con l'editore Alessandro Seri e saranno accompagnati dalle musiche di Lorenzo Cantori (Duo Acefalo).

Il primo ottobre 1821 Giacomo Costantino Beltrami parte da Filottrano, in “esilio volontario”, come altri tremila italiani in quei mesi di Restaurazione. Non sa dove sta andando né quando tornerà, scrive nelle sue lettere. La sua curiosità è così grande da superare la sua malinconia, e il suo vagabondare diventa una ricerca, un’osservazione attenta e competente dei luoghi che attraversa, che confronta e di cui coglie le storie, dei tempi antichi più o meno remoti, e i costumi del vivere odierno, ma anche i paesaggi e le novità, con grande sensibilità e acutezza.

In questa stampa, curata da Tullio Bugari e Silvano Staffolani, viene riproposto, tradotto in italiano e con l'aggiunta di diverse note esplicative, il primo dei due volumi che Giacomo Costantino Beltrami aveva pubblicato in inglese nel 1828 con il titolo “A pilgrimage in Europe and America leading to the discovery of the sources of the Mississippi and bloody river” ; a differenza del secondo volume tuttora reperibile anche in italiano il primo non è più stato tradotto dopo alcune versioni della metà del secolo scorso ormai irreperibile, si è tentato in questo modo di colmare tale lacuna per consentirne una nuova riscoperta.

Raccontare Beltrami non è impresa semplice, sia per la ricchezza e originalità del suo viaggio (attraversò l'Europa in 13 mesi, in carrozza, a piedi, a dorso di mulo o in barca, visitando città, descrivendone non solo la la storia e le opere d'arte ma anche i costumi, i sistemi politici e la vita sociale; e poi in undici mesi il nord degli Stati Uniti allora inesplorato, scoprendo le sorgenti settentrionali del Mississippi, che portano ancora il nome da lui dato, Julia lake, così come la regione si chiama ancora oggi Contea Beltrami), ma poi il suo viaggio proseguì ancora; e non solo il suo viaggio è interessante ma anche la sua vita prima della partenza risulta assai ricca di avvenimenti e collegamenti (soprattutto quando fu giudice del regno d'Italia napoleonico e partecipò alla caccia dei briganti nel Dipartimento del Musone; oppure i contatti avuti nei salotti letterari e club letterari con personaggi quali Byron, Foscolo, Chateaubriand e altri) ; seguirlo nei suoi racconti significa rivivere insieme a lui quell'epoca di passaggio e metamorfosi tra il mondo antico e moderno, nei primi decenni dell'Ottocento, e i suoi commenti sono sempre acuti, puntuali, competenti e spesso ancora attuali.
 
Alcune curiosità su Giacomo Costantino Beltrami, nel blog dedicato:
 
-- A proposito di Giacomo: https://bit.ly/3xtP6Zi
-- Come si viaggiava al tempo di Beltrami: https://bit.ly/3NX08wR
-- Una video recensione: https://youtu.be/7MpVikAqJz0

Presentazione del libro: "Un pellegrinaggio in Europa"

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy