Reti frattali

I frattali come noto sono la naturale continuazione dei numeri di Fibonacci contemporaneo dell’imperatore.  

Fernando Garbellotto, uno dei maggiori artisti contemporanei nasce a Portogruaro nel 1955 dove ha sede il suo studio e la sua evoluzione artistica. Esordisce negli anni ’80 con un primo ciclo pittorico denominato Emergenze e poi, dalla seconda metà degli anni ‘80 la trattazione della superficie si fa a-pittorica, per confluire in una sorta di geometrismo dove la luce, da fisica, diventa metafisica. Alla fine degli anni ’80 affascinato dalle teorie di Benoit Mandelbrot sul caos e sui “frattali”, si dedica intensamente a nuove rappresentazioni iconografiche e traccia un nuovo campo di ricerca che prosegue tuttora, quello dei Frattali. Comincia l’attività espositiva all’inizio degli anni ‘90 ed espone in gallerie private a Pordenone, Venezia, Portogruaro e Perugia. La sua attività artistica continuerà a diversificarsi nel corso del tempo ma la Resti Frattali sono le opere che più si integrano con la struttura architettonica dello spazio museale dello Stupor Mundi, per loro proprietà insita di essere generatori di sistema.

Reti frattali

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy