Storie di bombe e di sogni

Otto Marchigiani si raccontano

Presentazione del libro di Luca Angelucci “Storie di bombe e di sogni. Otto Marchigiani si raccontano”. 

“Otto bambini che, stremati dalla fame e terrorizzati dalla violenza della guerra, non solo sono sopravvissuti ma hanno avuto una vita di soddisfazioni e successi, insegnando ai propri figli il valore della pace: è un racconto emozionante quello che Luca Angelucci fa nel saggio “Storie di bombe e di sogni” (Mursia), dedicato alle storie di otto personaggi illustri, tutti marchigiani, Giorgio Rocchegiani, Giannetto Magrini, Giovanni Fileni, Aldo Mancini, Leonella Memè, Gennaro Pieralisi, Mario Sasso e Corrado Olmi.

Il libro, con la prefazione di Sandrone Dazieri, riporta il lettore "dentro" gli anni della seconda guerra mondiale attraverso la testimonianza toccante dei protagonisti, che offrono con generosità i propri ricordi.

 “Ritengo le loro storie straordinarie, perché straordinario è sopravvivere quando tutto ciò che ti circonda minaccia di stritolarti, di cancellarti – afferma Angelucci – Allora resistere è più di un verbo all’infinito, è una predisposizione dell’anima che influenza il corpo e ogni azione per trasformarsi nella volontà di non arrendersi. Migliaia di italiani, in altre regioni, hanno vissuto durante la guerra vicende analoghe, a cambiare sono solo i nomi delle persone e i paesaggi sullo sfondo. Le storie di questo libro possiedono un valore universale, perciò mi è sembrato doveroso narrarle”.

Presenta Marco Torcoletti, giornalista e scrittore

Storie di bombe e di sogni

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy