Triste, solitario y final

Osvaldo Soriano

Terzo appuntamento del gruppo di lettura in Biblioteca 2021/2022, sul tema "Letteratura comica e umoristica". 

È raro che una parodia superi l’originale ma Triste, solitario y final, del grande scrittore argentino Osvaldo Soriano, è anche un’elegia, per il romanzo giallo e per il cinema. Soriano, infatti, resuscita Philip Marlowe, l’investigatore privato di Raymond Chandler diventato oggetto di culto tra i fans del sottogenere, e lo mette sulle piste di Stan Laurel e Oliver Hardy, John Wayne e Charlie Chaplin. Un eroe dell'”hard-boiled school” si ritrova faccia a faccia con il vecchio cinema: un commosso, irriverente ricordo di due miti nordamericani diventati universali.

Osvaldo Soriano (Mar del Plata, 6 gennaio 1943 – Buenos Aires, 29 gennaio 1997) è stato un giornalista e scrittore argentino. Lungo la sua carriera ha ottenuto premi e riconoscimenti quali il “Raymond Chandler Award” e il “Carrasco Tapia” (della rivista "Análisis" de Cile), mentre in Argentina è stato premiato dalla fondazioni Konex e Quinquela Martín.

Triste, solitario y final

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy