[^] Avviso pubblico per la selezione dei 6 rilevatori per il Censimento degli edifici e dei numeri civici | Comune di Jesi

Avviso pubblico per la selezione dei 6 rilevatori per il Censimento degli edifici e dei numeri civici

L'Amministrazione comunale ha la necessità di conferire 6 incarichi per svolgere il Censimento degli edifici e dei numeri civici del territorio comunale di Jesi (solo centro abitato) come disposto dal Programma Statistico Nazionale 2008-2010 dell'ISTAT dal dal 1 novembre 2010 al 31 gennaio 2011, salvo diverse disposizioni dell'lSTAT.

COMPITI DEI RILEVATORI
I rilevatori effettueranno l'attività nelle zone del territorio comunale che verranno loro assegnate dall'Ufficio Comunale di Censimento, garantendo l’espletamento delle attività censuarie nei tempi previsti. Si precisa che le attività assegnate ai rilevatori e di seguito riportate comporteranno un impegno giornaliero costante da svolgersi in orario diurno. I compiti assegnati ai rilevatori saranno:

1. partecipare alle riunioni di formazione;

2. svolgere la rilevazione percorrendo i tratti di strada di ciascuna sezione di censimento assegnata e orientandosi con l’aiuto della mappa cartografica che verrà loro fornita;

3. effettuare il censimento degli edifici, identificandoli sulla base della definizione ISTAT e avvalendosi della cartografia fornita. Per ciascun edificio dovranno essere rilevati il relativo codice desumibile dalla mappa, le caratteristiche richieste e il numero di unità immobiliari (distinte in abitative e non abitative), riportando tali informazioni sull’apposito modello di rilevazione;

4. effettuare la rilevazione dei numeri civici, controllandone la presenza nel modello precompilato dall’ISTAT, correggendo eventuali errori e integrando, quando necessario, il modello precompilato con indirizzi non presenti. Per ciascun numero civico il rilevatore registrerà il corrispondente codice di edificio, individuando sulla mappa cartografica della sezione fornita dall’ISTAT l’edificio cui appartiene il numero civico e il codice corrispondente;

5. effettuare le verifiche di congruenza delle informazioni raccolte ed eventuali integrazioni con le notizie presenti in altre banche dati dell’Amministrazione Comunale;

6. consegnare con la frequenza che verrà richiesta i questionari compilati all’Ufficio Comunale di Censimento, conservandoli nel rispetto della normativa in materia di riservatezza dei dati personali;

7. riferire su eventuali problematicità al proprio referente o direttamente al responsabile dell’Ufficio Comunale di Censimento.

8. effettuare autonomamente gli spostamenti per raggiungere le unità da rilevare;

9. collaborare con il personale dell'ufficio di censimento nell'attività di inserimento dati.

I compiti di cui sopra potranno essere integrati dalla normativa in corso di emanazione e sulla base delle esigenze organizzative individuate dall'Ufficio di Censimento.
Nell'espletamento dell'incarico ricevuto sarà fatto divieto ai rilevatori di svolgere, nei confronti delle unità da censire, attività diverse da quelle proprie dei Censimenti e di raccogliere informazioni non contenute nei questionari di rilevazione.
I rilevatori sono vincolati al segreto statistico ai sensi dell'art. 8 del D.Lgs. 6 settembre 1989, n. 322 e sono soggetti, in quanto incaricati di un pubblico servizio, al divieto di cui all'art. 326 del codice penale.
I rilevatori sono responsabili del trattamento dei dati personali, ai sensi dell'art. 29 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.
Il rilevatore le cui inadempienze pregiudichino il buon andamento delle operazioni censuarie potrà essere sollevato dall'incarico.
Le prestazioni dei rilevatori saranno coperte da un'assicurazione stipulata dall'lSTAT contro gli infortuni connessi alle operazioni censuarie, dai quali derivi la morte o un'invalidità permanente.

COMPENSI PER I RILEVATORI
L'incarico di rilevatore si configurerà come un rapporto di lavoro autonomo occasionale.
Ai rilevatori sarà corrisposto un compenso lordo omnicomprensivo di qualsiasi eventuale spesa sostenuta per lo svolgimento della loro attività di rilevazione sul territorio e non potranno essere richiesti rimborsi.
Il compenso sarà commisurato al numero ed al tipo dei questionari censuari validati
dall’ISTAT e riconosciuti regolari, e sarà pari ad €.1,75 per ciascun edificio regolarmente censito (ovvero con questionario validato) ed ad €.0,75 per ciascun numero civico regolarmente censito (ovvero con questionario validato);
Il compenso sarà liquidato al termine del periodo di raccolta ed a seguito di controllo quantitativo e qualitativo dei modelli compilati da parte dell’ISTAT e comunque ad erogazione delle somme da parte dell’ISTAT che è l’istituto titolare dell’indagine.
L’importo sarà assoggettato alle trattenute dovute in base alle leggi vigenti.

SELEZIONE DEI RILEVATORI
In relazione alle unità da censire nell'ambito del territorio di competenza ed in base alle indicazioni fornite dall'lSTAT, il numero dei rilevatori occorrenti è al momento determinato in 6 unità.
Il limite minimo di età per il conferimento dell'incarico è di 18 anni, compiuti entro la data di scadenza del presente bando.
Gli aspiranti all'incarico di rilevatore devono obbligatoriamente essere in possesso di tutti i seguenti requisiti minimi necessari per l'accesso alla selezione:
1. cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione Europea;
2. conoscenza della lingua italiana, parlata e scritta;
3. godimento dei diritti politici;
4. non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione.
5. idoneità fisica all'impiego (l'Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica il candidato ove lo ritenga necessario) .
6. Conoscenza e capacità d’uso dei più diffusi strumenti informatici.
Non potranno essere collaboratori dell'ente i soggetti nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della comunità che incidono sulla moralità professionale o nei cui confronti è stata
applicata la sanzione interdittiva di cui all'art. 9, comma 2, lettera c), del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 o altra sanzione che comporti il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione.
Gli aspiranti all’incarico dovranno inoltre obbligatoriamente essere in possesso di almeno uno dei seguenti titoli di studio:
1A. laurea specialistica/magistrale in ingegneria/architettura DM 509/99 (4-S, 28-S, 38-S, 54-S) DM 270/04 (LM-4, LM-23, LM-24, LM-26, LM-35, LM-48);
1B. laurea in ingegneria civile, ingegneria edile, ingegneria edile/architettura, architettura, pianificazione territoriale urbanistica e ambientale di cui al vecchio ordinamento precedente al DM 509/99 o lauree equipollenti ai sensi di legge;
2. diploma di maturità di geometra o di perito edile ed iscrizione al relativo albo professionale;
3A. laurea specialistica/magistrale in discipline statistiche DM 509/99 (90-S, 91-S, 92-S, 48-S) DM 270/04 (LM-82, LM-16, LM-83);
3B. laurea in discipline statistiche di cui al vecchio ordinamento precedente al DM 509/99 o lauree equipollenti ai sensi di legge;
4. laurea triennale in ingegneria DM 509/99 (4, 7, 8) DM 270/04 (L7, L17, L21, L23);
5. laurea triennale in statistica DM 509/99 (37) DM 270/04 (L41).
N.B.: i titoli scolastici sopra riportati sono riferiti ad istituti scolastici dello Stato Italiano; sono ammessi anche titoli di studio rilasciati da altri istituti, purché equivalenti: su richiesta della commissione, tale equivalenza dovrà essere certificata, nei modi previsti dalla legge, da un Provveditorato agli Studi della Repubblica Italiana .

FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA E CORSO DI FORMAZIONE
Le domande presentate, utilizzando gli Allegati 1 e 2, saranno verificate in merito al possesso dei requisiti minimi, nonché valutate relativamente ai titoli dichiarati, dalla Commissione appositamente nominata per l’approvazione della graduatoria stessa.
La selezione avverrà in base ai titoli, pertanto la graduatoria selettiva verrà formulata sulla base dei seguenti criteri di priorità :
1. titoli di studio di cui ai punti 1(A e B), ordinati in base al punteggio di laurea;
2. titoli di studio di cui al punto 2, ordinati in base al punteggio di diploma;
3. titoli di studio di cui ai punti 3(A e B), ordinati in base al punteggio di laurea;
4. titoli di studio di cui al punto 4, ordinati in base al punteggio di laurea;
5. titoli di studio di cui al punto 5, ordinati in base al punteggio di laurea;

A parità di condizioni verrà data la precedenza al candidato più giovane.
La graduatoria è valida esclusivamente per la selezione oggetto del presente avviso.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda di ammissione al concorso deve essere compilata utilizzando gli Allegati 1 e 2 in carta semplice e giungere nel termine perentorio del giorno 22 ottobre 2010.
La domanda deve essere firmata in calce, pena nullità della stessa; ai sensi del D.P.R. 445/2000, non è richiesta l’autentica della firma e, pertanto, alla domanda va allegata la fotocopia di un documento di riconoscimento valido; la mancata firma o l’omessa presentazione di quanto richiesto determina l’esclusione dalla selezione.
All’Ufficio di Protocollo
del Comune di Jesi
P.zza Indipendenza 1 - 60035 Jesi (AN)
farà fede, per il rispetto del termine, la data del timbro di arrivo, oppure consegnate a mano presso la residenza municipale, p.zza Indipendenza 1, dalle ore 11,00 alle 13,30

La presentazione della domanda autorizza il trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/03.
Il responsabile del procedimento è dott. Torelli Mauro dirigente del Servizio Statistica del Comune di Jesi. Il procedimento avrà avvio a decorrere dalla data di presentazione della domanda e terminerà alla data di pubblicazione della graduatoria.
I modelli allegati 1 e 2 sono reperibili sul sito web del Comune di Jesi www.come.jesi.an.it o presso l'ufficio Susj sito in Piazza Spontini (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13,30 giovedì pomeriggio dalle 15,30 alle 18,30, sabato mattina dalle 9 alle 12,30)

Per informazioni o approfondimenti contattare l'ufficio di Statistica al numero 0731538238 – ufficio servizi demografici 0731538450 – ufficio Sit 0731538312 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e il giovedì dalle 15.00 alle 18.30) ed all’indirizzo mail: s.brocani@comune.jesi.an.it

Jesi , 07/10/2010.

IL DIRIGENTE
SERVIZIO "SERVIZI PER LA PERSONA E PER LA FAMIGLIA"
(Dott. Mauro Torelli)

Avviso pubblico per la selezione dei 6 rilevatori per il Censimento degli edifici e dei numeri civici

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy