[^] Procedura di mobilità esterna volontaria per la copertura di un posto di “Istruttore Direttivo Organizzazione”, appartenente alla categoria “D1” da destinare al Servizio di Direzione Generale con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato | Comune di Jesi

Procedura di mobilità esterna volontaria per la copertura di un posto di “Istruttore Direttivo Organizzazione”, appartenente alla categoria “D1” da destinare al Servizio di Direzione Generale con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato

SERVIZIO PERSONALE IL DIRIGENTE

In esecuzione della delibera della Giunta Comunale n° 172 del 21/12/2007 ad oggetto: “Presa d’atto del verbale di concertazione per l’applicazione della stabilizzazione del personale precario e dei connessi piani di assunzione a tempo determinato 2007 – 2008 e del fabbisogno di personale 2007 – 2008”;

RENDE NOTO

E’ indetta una procedura di MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA per la copertura di un posto di “Istruttore Direttivo Organizzazione”, appartenente alla categoria “D1” da destinare al Servizio di Direzione Generale con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato;
Possono partecipare i dipendenti di altre Amministrazioni Pubbliche di cui all’art.1 comma 2 del D.Lgs. n.165/2001, inquadrati nella categoria “D1” e in possesso del profilo professionale di “Istruttore Direttivo Organizzazione” in possesso della laurea specialistica o conseguita secondo il vecchio ordinamento;
La domanda di ammissione alla presente procedura deve essere redatta in carta semplice, compilando il modello di cui all’allegato 1 e indirizzata al Comune di Jesi, Piazza Indipendenza n.1, 60035 Jesi (AN) con le seguenti modalità:
  • consegnata a mano all’Ufficio Protocollo del Comune
  • spedita tramite raccomandata con ricevuta di ritorno
  • trasmessa tramite telefax al num.0731/538328
entro le ore 12.00 del 12.07.2008

Si considerano prodotte in tempo utile anche le domande pervenute tramite posta nei tre giorni lavorativi successivi alla scadenza del termine suindicato, purché spedite, mediante plico raccomandato con avviso di ricevimento, entro il termine suddetto. A tal fine fa fede il timbro e la data dell’Ufficio postale accettante.

Nella domanda di partecipazione andranno dichiarati oltre alle proprie generalità:
- Ente di appartenenza, data di assunzione a tempo indeterminato, profilo professionale posseduto e categoria di inquadramento con l’indicazione della posizione economica all’interno della categoria;
- motivazione della richiesta di mobilità (avvicinamento alla residenza, ricongiunzione con il nucleo familiare, motivi di salute, motivi di studio, altre motivazioni personali);
- eventuale posizione sopranumeraria o di disponibilità nell’ente di appartenenza;
- indicazione di eventuali procedimenti disciplinari pendenti e/o eventuali sanzioni già irrogate negli ultimi due anni;
- eventuale dichiarazione di appartenere alle categorie protette di cui alla legge n. 68/1999;
Alla domanda dovranno essere allegati la fotocopia di un idoneo documento di riconoscimento, il titolo di studio, il curriculum professionale datato e sottoscritto e l’attuale contratto individuale di lavoro, se disponibile.
L’Amministrazione si riserva di controllare la veridicità delle dichiarazioni rese dai candidati, anche successivamente all’eventuale immissione in servizio. Nel caso in cui dagli accertamenti emerga la non veridicità delle dichiarazioni rese, l’autore delle stesse perderà, in qualsiasi tempo, il beneficio acquisito sulla base della dichiarazione non veritiera e l’Amministrazione si riserva di risolvere senza preavviso il contratto eventualmente già stipulato, nonché di effettuare le dovute segnalazioni alle autorità competenti.
Tutte le domande giunte nei termini previsti saranno preliminarmente esaminate dal Servizio Personale ai fini dell’accertamento dei requisiti di ammissibilità. Successivamente, la documentazione sarà trasmessa alla Commissione prevista dal vigente Regolamento per la mobilità dall’esterno. La Commissione sarà composta dal Direttore Generale, dal Responsabile del Servizio Personale e da un altro dipendente di categoria D1;

La Commissione sottoporrà i candidati ad una prova pratica che verterà sulle funzioni e sulle conoscenze teoriche connesse al profilo professionale e che sono riportate come segue:

Funzioni
  • cura l’analisi e la razionalizzazione delle varie componenti dell’organizzazione (strutture, funzioni, procedure operative, profili professionali, normativa) avanzando proposte per l’incremento dell’efficienza comunale ed il miglioramento dei servizi;
  • cura la messa a punto, la gestione e lo sviluppo del sistema di reporting organizzativo ed evidenzia alla Direzione Generale gli scostamenti dalle previsioni; analizza le cause degli scostamenti e formula proposte per il superamento degli stessi e della criticità;

Conoscenze teoriche
  • legislazione degli enti locali (decreti legislativi nn. 286/1999, 267/2000, 165/2001);
  • elementi dei CCNL del comparto enti locali (area dirigenti e area altri dipendenti);
  • tecniche di reporting e di contabilità analitica;
  • comportamento organizzativo;
  • tecniche di analisi e progettazione organizzativa per strutture, funzioni, procedure operative, profili professionali e normativa;
  • tecniche di job description e job evaluation;
  • controllo di gestione;
  • nozioni di informatica e di office automation;
  • nozioni di logistica e di sicurezza del lavoro;

La Commissione procederà alla stesura di una graduatoria dei candidati idonei in base ai seguenti criteri di massima da valutarsi globalmente in ordine decrescente di priorità:
1. esito positivo delle prove;
2. servizio prestato nell’area corrispondente al posto da coprire;
3. curriculum professionale del soggetto;
4. eventuali provvedimenti disciplinari inflitti al soggetto nel biennio precedente alla data della domanda di mobilità;
5. motivazioni della richiesta di trasferimento (avvicinamento alla residenza, ricongiunzione con il nucleo familiare, motivi di salute, motivi di studio, altre motivazioni personali);
6. posizione sopranumeraria o di disponibilità nell’ente di appartenenza;
7. data della richiesta.

Tale graduatoria sarà trasmessa al Servizio Personale, che procederà, secondo l’ordine del punteggio ottenuto, ad invitare il candidato a stipulare il contratto individuale di lavoro. Il dipendente assunto sarà assoggettato, con decorrenza dalla data di effettiva presa servizio nel Comune di Jesi, alle condizioni previste dal vigente accordo decentrato integrativo aziendale, ivi compresa la disciplina per la progressione economica orizzontale.

L’assunzione del candidato è in ogni caso subordinata al rilascio del nullaosta da parte dell’Amministrazione di provenienza nei termini richiesti dal Comune di Jesi.

Si ricorda che l’assunzione è a tempo pieno. Il candidato dipendente da altra Amministrazione in posizione di part-time potrà sottoscrivere il contratto individuale di lavoro soltanto se accetterà la posizione di tempo pieno (36 ore settimanali).
Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, si comunica che i dati personali degli interessati saranno utilizzati esclusivamente ai fini della procedura di cui trattasi.

Il presente bando non vincola in alcun modo l’Amministrazione Comunale di Jesi che si riserva di non dare corso all’assunzione in qualsiasi stato della procedura.

Per qualsiasi informazione relativa alla presente procedura di mobilità esterna, sarà possibile rivolgersi al Servizio Personale del Comune di Jesi, al n. 0731/538279, o all’indirizzo di posta elettronica: personale@comune.jesi.an.it.

IL DIRETTORE GENERALE
Dott. Stefano Gennai

Procedura di mobilità esterna volontaria per la copertura di un posto di “Istruttore Direttivo Organizzazione”, appartenente alla categoria “D1” da destinare al Servizio di Direzione Generale con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy